Martedì 11 giugno, 162° giorno
dell’anno, 24^ settimana. Alla fine
del 2019 mancano 203 giorni

0
563
Jacques-Yves Cousteau a bordo della 'sua' Calypso prima di un'immersione

FRASE DEL GIORNO Quando un uomo, per qualsiasi ragione, ha l’opportunità di condurre una vita straordinaria, ha il dovere di non tenerla solo per sé. (Jacques-Yves Cousteau)

SANTI DEL GIORNO – San Barnaba (Apostolo), San Massimo di Napoli (Vescovo e Martire), San Parisio (Sacerdote dell’Ordine Camaldolese), Beato Stefano Bandelli (Sacerdote dell’Ordine dei Predicatori), Sant’Alvaro di Còrdova (Domenicano).

EVENTO DEL GIORNO – Nel 1993 Jurassic Park esce nelle sale. Un cult movie del genere fantascienza firmato dal geniale Steven Spielberg, che fu premiato con 3 Oscar (‘sonoro’, ‘montaggio’ ed ‘effetti speciali’). Il vero grande successo fu al botteghino, dove fece registrare uno dei maggiori incassi della storia del cinema: circa 969 milioni di dollari, secondo incasso di sempre dopo Titanic. Girata sull’isola hawaiiana di Kauai, la pellicola segnò un punto di svolta nell’utilizzo degli effetti speciali, offrendo un valido saggio delle potenzialità dell’animazione in grafica computerizzata. Divenuto nel tempo un ‘franchise’  multimiliardario (2 romanzi, 1 linea di videogame, 1 serie a fumetti, 1 parco a tema), al primo capitolo ne seguirono altri due. 

NATI FAMOSI – Richard Strauss (1864-1949), Germania, compositore e direttore d’orchestra. Nella seconda metà ‘800 fu esponente di spicco della ‘corrente tardo-romantica’, segnata da un profondo legame tra musica e letteratura. Nato a Monaco di Baviera e morto a Garmisch-Partenkirchen nel settembre ’49, raggiunse fama mondiale grazie alle opere teatrali “Salomè” (1905) ed “Elektra” (1909). Quest’ultima, in particolare, scandalizzò la critica mondiale per la scena in cui Salomè bacia la testa mozza di San Giovanni, seguendo fedelmente il testo di Oscar Wilde cui l’opera è ispirata. Convinto che il comporre fosse una professione vera e propria, nel 1889 Strauss fu tra i fondatori di un  sindacato dei compositori che, nel 1903, diede vita alla “Società per i diritti nelle Rappresentazioni Musicali e nella Riproduzione Meccanica”, equivalente alla SIAE italiana.
Jacques-Yves Cousteau (1910-1997), Francia, esploratore. Dedicò l’esistenza all’avventura e all’esplorazione di nuovi mondi, in primis delle profondità degli oceani. 
Nato a Saint-André-de-Cubzac, fu grande innovatore di tecniche ed equipaggiamenti d’immersione. Con il Calypso, vecchio cacciamine trasformato in nave da ricerca, esplorò i tratti marini più affascinanti del pianeta, compresi alcuni fiumi. Nel 1956, con “Il mondo del silenzio” (tra i primi documentari marini a colori), vinse la Palma d’oro a Cannes e l’Oscar come “miglior documentario”. Conquistò l’ambita statuetta altre due volte, nel 1960 e nel 1964, rispettivamente con un cortometraggio e un altro documentario. La sua preziosa eredità di studi, ricerche e scoperte gli valse, nel 1985, la Medaglia presidenziale della libertà, ricevuta dalle mani dell’allora presidente americano Ronald Reagan. 
Giobbe Covatta (1956), Italia, comico. Pugliese di nascita ma napoletano d’adozione, Gianni Maria Covatta ha l’arte di far sorridere e invitare alla riflessione nello stesso momento, attraverso le attività parallele di comico e scrittore. Nato a Taranto e cresciuto a Napoli, dopo la gavetta come animatore turistico approdò in televisione sul canale Odeon TV e a teatro con ruoli comici che convinsero pubblico e critica. Il sociale è un aspetto centrale della sua vita, con l’attività di testimonial di AMREF e “Save the Children”.
Hugh Laurie (1959), Inghilterra, attore. Nativo di Oxford, per il pubblico è ‘Dr House’, il camice bianco più burbero e geniale del piccolo schermo, che ha interpretato per otto stagioni dal 2004 al 2012. Vincitore di 2 Golden Globe consecutivi come “miglior attore per serie televisive drammatiche”, ne vinse un 3° con The Night Manager (2017) per il “miglior attore non protagonista in una serie, mini-serie o film per la televisione”.

Print Friendly, PDF & Email