Lunedì 9 settembre, 252° giorno
dell’anno, 37^ settimana. Alla fine
del 2019 mancano 113 giorni

0
651
Immagine della parte alta del 'David' di Michelangelo, la più bella statua del mondo, alta 520 cm

FRASE DEL GIORNO – A pagare e morire c’è sempre tempo. (‘Meglio non avere fretta su certe cose’, proverbio italiano’).

SANTI DEL GIORNO – San Pietro Claver (Sacerdote, protettore degli schiavi e delle missioni presso i popoli neri), San Gorgonio di Roma (Martire),  San Melchiorre Grodziecki (Martire di Kosice), San Valentiniano di Coira (Vescovo).

EVENTO DEL GIORNO – Nel 1501 Michelangelo iniziò il David. In questa data  Michelangelo Buonarroti cominciò a lavorare per la prima volta al blocco di marmo da cui trasse fuori il celebre ‘David’, che divenne l’ideale perfetto di bellezza maschile nell’arte.  Commissionata dalla corporazione ‘Arte della Lana’ e dagli ‘Operai del Duomo di Firenze’, l’opera doveva rappresentare, nelle intenzioni di questi ultimi, un’immagine diversa dell’eroe biblico, rispetto all’iconografia tradizionale. Michelangelo aveva davanti a sé un blocco marmoreo di enormi dimensioni, in parte modificato e in alcuni punti molto fragile, da trasformare in una figura possente e al tempo stesso slanciata. In 3 anni di duro e quotidiano lavoro, difeso gelosamente dagli sguardi dei curiosi, arrivò ad un risultato che, secondo Vasari, “tolse il grido a tutte le statue moderne e antiche, greche o latine”.
La statua, alta 5 metri e 20 centimetri, fu collocata a lato dell’ingresso principale di Palazzo Vecchio e fu danneggiata diverse volte, ma le ‘fratture’ importanti furono 2: nel 1527 (frantumazione del braccio sinistro, sono ancora visibili i segni) e nel 1991 (rottura dell’alluce sinistro). Oggi il David è conservato alla Galleria dell’Accademia di Firenze, mentre dal 1910 in piazza della Signoria è presente una copia fedele.

NATI DEL GIORNO – Oscar Luigi Scalfaro (1918-2012), Italia, politico. Nato a Novara e morto a Roma, politico e magistrato, fu il 9° Presidente della Repubblica (’92-’99).
In precedenza fu Ministro dell’Interno (governo Craxi I) e Presidente della Camera.

Hugh Grant (1960), Inghilterra, attore. Nato a Londra, è apprezzato soprattutto nei generi ‘commedia’ e ‘sentimentale’. Dopo la laurea si dedicò al cinema, protagonista in “Maurice”, film drammatico tratto dall’omonimo romanzo di E.M. Forster, per il quale ottenne la Coppa Volpi al Festival di Venezia. Nel ’94 la commedia “Quattro matrimoni e un funerale” gli valse 1 Golden Globe e lo consacrò nel genere. Tra le pellicole più note: “Notting Hill” (’99), “Il diario di Bridget Jones” (’01), “About a Boy” (’02), “Love Actually – L’amore davvero” (’03) e “Florence” (’16).

Michael Bublé (1975), Canada, cantante. Con la voce da baritono e le sonorità pop-swing-jazz delle sue canzoni, ha all’attivo 75 milioni di dischi venduti nel mondo ed è considerato il Sinatra del nuovo millennio. Nato a Burnaby come Michael Steven Bublé, figlio del pescatore di salmoni Lewis e della casalinga Amber Santagà, originaria di Preganziol (TV), possiede anche il passaporto italiano. Spinto dalla famiglia alla carriera di cantante, pubblicò il primo album nel 2003, cui ne seguirono altri 14 (11 in studio, 3 live, 1 raccolta), tutti con un successo strepitoso. Grande ‘crooner’ (cantante confidenziale) in versione XXI secolo, vincitore di 4  Grammy Awards e 2 Juno Awards, è sposato dal 2011 con la modella argentina Luisana Lopilato, da cui ha avuto 3 figli: Noah (’13), Elias (’16) e Vida Amber Betty (’18). Il 4 novembre ’16 rese noto su Facebook il cancro al fegato del figlio Noah, ma il 15 marzo ’17 ne annunciò la guarigione. In seguito a questa difficile esperienza annunciò il suo ritiro, ma la notizia venne smentita quasi subito dal suo staff. 

Print Friendly, PDF & Email