Lunedì 22 aprile, 112° giorno
dell’anno, 17^ settimana. Alla fine
del 2019 mancano 253 giorni

0
339
Indro Montanelli davanti alla cara macchina da scrivere 'Lettera 22'

FRASE DEL GIORNO – Una è la gran verità: fare il passo secondo la gamba. (Quinto Orazio Flacco)

SANTI DEL GIORNO – Lunedì dell’Angelo, in riferimento all’incontro dell’angelo con le donne giunte al sepolcro, dopo la Resurrezione di Cristo. San Leonida (Martire, padre di Origene), San Caio (Papa),  Sant’Agapito I (Papa), San Sotere (o Sotero, Papa), San Maryahb (Martire),  Sant’Opportuna di Seez (Badessa), Sant’Abrosino (Martire), Sant’Apelle, Santa Senorina di Vieira (Badessa).

EVENTO DEL GIORNOOggi è la cosiddetta Pasquetta, giorno successivo a Pasqua e dedicato alle scampagnate e ai pic-nic. Tempo permettendo, ovviamente.
Il lunedì di Pasqua è stato introdotto dallo Stato italiano come festività civile nel dopoguerra ed è festivo in diversi Paesi; il suo scopo è di allungare la festa della Pasqua, analogamente al 26 dicembre, indomani di Natale, o al Lunedì di Pentecoste, giorno festivo in Alto Adige e quasi in tutta Europa.

NATI FAMOSI – Rita Levi-Montalcini (1909-2012), Italia, scienziata. Torinese, una delle menti più eccelse e illustri della ricerca italiana. Neurologa, è stata insignita del Nobel per la medicina (1986), è stata membro dell’Accademia dei Lincei per le scienze fisiche e prima donna ad entrare a far parte della Pontificia Accademia delle Scienze. Nel 2001 è stata nominata senatrice a vita dall’allora presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, “per aver illustrato la Patria con altissimi meriti nel campo scientifico e sociale”.

Indro Montanelli (1909-2001), Italia, giornalista. Nome completo Indro Alessandro Raffaello Schizògene Montanelli, fu padre nobile del giornalismo italiano, lucido testimone dell’Italia del Novecento, raccontata col piglio del cronista e dello storico. Nato a Fucecchio (FI), per 35 anni ‘penna di punta’ del Corriere della Sera, attaccò il regime fascista (che prima appoggiava) e poi il potere politico in generale, fino al feroce scontro con Silvio Berlusconi.
Liberal-conservatore, convinto e fiero oppositore del comunismo, fu ‘gambizzato’ dalle Brigate Rosse nel 1977. Autore di una corposa ‘Storia d’Italia’ e di una decina di commedie, rimase sempre legato alla storica macchina da scrivere Lettera 22, della Olivetti, come ricorda la statua del parco cittadino che il Comune di Milano gli ha intitolato.

Serena Dandini (1954), Italia, conduttrice TV. È la “dea protettrice” della satira televisiva, autrice e conduttrice di programmi che hanno lanciato numerosi fenomeni della comicità più dissacrante. Romana doc, Serena Dandini de Sylva è di “sangue blu”, figlia del conte Ferdinando. Iniziò in RAI con “La TV delle ragazze”, poi “Avanzi” (1991-93), “Pippo Chennedy Show” (1997), “L’ottavo nano” (2001), “Parla con me” (2004-2011), “The Show Must Go Off” (LA7) e “La TV delle ragazze – Gli Stati Generali 1988-2018”.

Kakà (1982), Brasile, calciatore. Nato Ricardo Izecson dos Santos Leite è nel ristretto club dei calciatori più forti di sempre, Pallone d’oro 2007 davanti a Cristiano Ronaldo e Lionel Messi. Con il Milan vince 1 scudetto (’03-’04), 1 Supercoppa italiana, 2 Supercoppe europee, 1 Champions League e 1 Coppa del mondo per club. Col Real Madrid 1 scudetto e 1 Supercoppa spagnola. Con la Nazionale brasiliana conquista il Mondiale 2002 e le Confederations Cup 2005 e 2009.

Print Friendly, PDF & Email