Giovedì 4 luglio, 185° giorno
dell’anno, 27^ settimana. Alla fine
del 2019 mancano 180 giorni

0
453
Una curiosa foto di Giampiero Boniperti, 91enne leggenda della Juventus: da giocatore e dirigente vinse 26 trofei

FRASE DEL GIORNO – I popoli ben governati e contenti non insorgono. Le insurrezioni, le rivoluzioni sono la risorsa degli oppressi e degli schiavi e chi le fa nascere sono i tiranni. (Giuseppe Garibaldi)

SANTI DEL GIORNO – Sant’Elisabetta del Portogallo (Regina), Sant’Antonino (Martire),  San Cesidio Giacomantonio (Martire), Santa Berta di Blangy (Badessa),  Santa Sigolena (Religiosa).

EVENTI DEL GIORNO – Nel 1776 nacquero gli Stati Uniti d’America. Con la firma della Dichiarazione d’indipendenza del 1776 (a Philadelphia) le 13 colonie della costa atlantica si staccarono dall’Impero Britannico per formare una federazione indipendente.
Il documento, conservato all’Archivio Nazionale di Washington, fu redatto dalla ‘Commissione dei 5′, di cui facevano parte Thomas Jefferson (poi 3° presidente Usa) e lo scienziato Benjamin Franklin. Passato alla storia come l’atto di nascita degli Stati Uniti d’America, il 4 Luglio o ‘Indipendence Day’ venne dichiarato festa nazionale nel 1870.
Nel 1957 debuttò la Fiat 500. L’auto per tutti. Quando venne messa in commercio si era nel pieno del boom economico e iniziarono a cambiare le abitudini di vita degli italiani.  Ideata dall’ing. Dante Giacosa, si presentò come la diretta discendente della mitica ‘Topolino’ degli anni ’30, dal prezzo abbastanza contenuto: 490.000 lire, pari a 13 stipendi di un operaio dell’epoca. La fortuna del nuovo modello aumentò dopo l’uscita dei modelli decappottabili, divenendo un simbolo del periodo di crescita economica del Paese. 
Nella versione storica, oggi considerata auto d’epoca, fu prodotta fino agli anni ’60; dal 2007 ne venne messa in commercio una versione rivisitata in chiave moderna.

NATI DEL GIORNO – Giuseppe Garibaldi (1807-1882), Italia, militare. Le cronache storiche lo citano come ‘eroe dei due mondi’, generale e condottiero di imprese militari compiute in Europa e in America meridionale. Nelle memorie italiane è celebrato quale principale protagonista del ‘Risorgimento’, ricordato da tante vie e piazze della Penisola. 
Nato a Nizza (fino al 1860 nel Regno sabaudo, oggi in Francia), partecipò ai moti di Genova, alla Seconda guerra d’Indipendenza come generale dell’Esercito piemontese e organizzò la famosa ‘Spedizione dei Mille’. Girò per il mondo come ufficiale di navi mercantili, fu difensore degli animali e promotore della prima associazione italiana in difesa dei loro diritti, la “Regia società torinese protettrice degli animali”, oggi ENPA. E’ sepolto nell’isola di Caprera, dove morì, nel cosiddetto “Compendio garibaldino”. 
Gina Lollobrigida (1927), Italia, attrice. Icona di fascino e bellezza del cinema italiano negli anni ’50-’60, nacque a Subiaco (RM) come Luigia, poi fu soprannominata “la Lollo”. Esordì come disegnatrice e attrice di fotoromanzi, per mantenersi gli studi. Nel 1947, spinta da un amico, partecipò a Miss Italia e si piazzò terza (vinse Lucia Bosè). Questo successo le valse una serie di film, tra cui “Pane, amore e fantasia” e “Pane, amore e gelosia” al fianco di Vittorio De Sica.  In carriera girò oltre 60 pellicole, tra cui “La donna più bella del mondo”, “Venere imperiale”,  “Buona Sera, Mrs. Campbell” e “Torna a settembre”, che le valsero 7 David di Donatello, 2 Nastri d’argento e Golden Globe. Dal 1999 è Ambasciatrice di buona volontà della FAO. In omaggio alle sue prosperose “forme” i francesi usano l’espressione ‘lollobrigidien’ per indicare una strada piena di curve.
Giampiero Boniperti (1928), Italia, ex calciatore e dirigente sportivo. Nato a Barengo (NO), giocò dal ’46 al ’61 nella Juventus (444-178) vincendo 5 scudetti e 2 Coppe Italia. In Nazionale dal ’47 al ’60 collezionò 38 presenze e segnò 8 gol. Subito dopo il ritiro passò alla dirigenza, diventando presidente dal ’71 al ’90: in questo periodo la Juventus vinse 9 scudetti, 3 Coppe Italia, 1 Coppa Intercontinentale, 1 Coppa dei Campioni, 1 Coppa delle Coppe, 2 Coppe UEFA ed 1 Supercoppa UEFA. Dal ’91 al ’94 tornò come A.D. e vinse la terza Coppa UEFA, poi si candidò all’Europarlamento e fu eletto con Forza Italia (’94-’99).

 

Print Friendly, PDF & Email