Domenica 5 maggio, 125° giorno
dell’anno, 18^ settimana. Alla fine
del 2019 mancano 240 giorni

0
685
Il 'servizio postale nazionale' nacque nel 1862 (immagini anni '40-'60)

FRASE DEL GIORNO – C’è solo un modo per uccidere il capitalismo, con tasse, tasse, e ancora più tasse. (Karl Marx)

SANTI DEL GIORNO – San Gottardo di Hildesheim (Vescovo, protettore delle partorienti), Sant’Irene (Erina) da Lecce (Vergine e Martire), San Brittone di Treviri (Vescovo), San Gioviniano (Martire), San Lanno (Lando, Martire venerato a Vasanello), San Mauronto (Abate e Diacono), San Nicezio di Vienne (Vescovo), San Sacerdote di Limoges (Vescovo), Sant’Avertino, Sant’Eutimio di Alessandria (Martire), Sant’Angelo da Gerusalemme (di Sicilia – Martire, Carmelitano),  Santa Teuteria (Vergine), Santa Tosca (Tusca, Vergine).

EVENTI DEL GIORNONel 1862 fu istituito il servizio postale nazionale. Garantire le comunicazioni tra i cittadini, preservandone l’inviolabilità, fu una questione prioritaria tra quelle affrontate all’indomani della nascita dello Stato unitario. Il 5 maggio 1862 il Parlamento approvò la legge n° 604 che istituiva il servizio nazionale delle Regie Poste, provvedimento costituito dai seguenti punti cardine: affermazione del concetto di “servizio pubblico”; creazione del monopolio statale attraverso l’abolizione di tutte le concessioni private; tutela della privacy della corrispondenza; introduzione di una tariffa unica mediante l’utilizzo del francobollo

Nel 1946 uscì la prima schedina totocalcio. Un rito del fine-settimana degli italiani per oltre mezzo secolo, la mitica schedina del Totocalcio debuttò nei bar la prima domenica di maggio del 1946. Una colonna da indovinare, al costo di 30 lire. A poco più di due mesi di distanza dal lancio della schedina, arrivò il primo vincitore, con un ’12’ da 463.846 lire (equivalente a circa 4 anni di paga di un operaio dell’epoca). Il tredicesimo risultato venne introdotto nel 1951 e da quel momento l’espressione «fare 13» entrò nella lingua italiana, indicando una strepitosa fortuna ricevuta dal destino con un grande profitto.

NATI FAMOSI – Karl Marx (1818-1883), Germania, filosofo. Pensatore e storico tra i più influenti del Novecento, fu il principale teorico del materialismo storico e del comunismo.
Nato a Treviri (Prussia, l’odierna Germania), Karl Heinrich Marx prese le distanze dall’idealismo hegeliano, approdando a una ‘visione materialistica della storia’ su cui costruì il suo ragionamento filosofico, passato alla storia come ‘marxismo’. Insieme con Engels pubblicò il ‘Manifesto del partito comunista’ (1848) che ispirò l’ideologia in URSS e in altri Paesi, e ‘Il Capitale’ (1867) con cui criticò l’economia capitalistica teorizzandone la fine.

Tyrone Power (1914-1958), Usa, attore. Divo del cinema tra gli anni ’30 e ’50, amato dalle donne per l’incontestabile fascino e noto per essere il padre della cantante Romina Power. Nato a Cincinnati (Ohio), morto a Madrid, Tyrone Edmund Power Jr. fu uno dei primi ‘sex symbol’ del grande schermo, fama legata a ruoli di eroe malinconico, come ne “Il segno di Zorro”. Figlio d’arte (il padre fu noto attore all’epoca del muto), ebbe una vita sentimentale “movimentata” (tre matrimoni e due divorzi) che ne accrebbe la fama.

Print Friendly, PDF & Email