“Se mi freddo” di Epicuro

0
501

Finto semifreddo di ricotta e cioccolato bianco in zuppetta fredda di tè, nocciole e basilico

Ingredienti per un piatto

· 30 gr di ricottasorrentino
· 30 gr di panna montata
· 15 gr di cioccolato bianco
· Zucchero a velo q.b.
· Tè alla rosa
· Scorza di arancia candita
· Un paio di nocciole tostate
· Qualche foglia di basilico fresco
· Miele di acacia q.b.
· Olio extravergine taggiasco

 

“Feuerbach scrisse che l’uomo è ciò che mangia, a me, invece, piace pensare che l’uomo è ciò che cucina!” I filosofi hanno (avuto) da sempre, come noi cuochi, un particolare e speciale rapporto con il cibo, testimoniato in innumerevoli opere filosofiche con espliciti riferimenti e paragoni alla sfera enogastronomica, palesando spesso i loro gusti e i loro piatti preferiti.

soul-food-itForse questo rapporto tra essere e mangiare di Feuerbech, può sembrare un po’ eccessivo, ma è innegabile il fatto che, se siamo, è perché mangiamo, e in effetti il cibo è un dei principali piaceri, punto di partenza e punto di arrivo di grandi viaggi di godimento materiale, ma  forse, anche della mente e del pensiero. Kant ad esempio affermava che “nel gusto ognuno di noi ha il modello o l’idea originale in testa”,  in effetti le ricette potrebbero essere, in cucina, ciò che per un filosofo, in filosofia, erano le idee. E cosa c’è di meglio dell’idea e del fatto stesso di godersi un fantastico e suadente dessert? Eccovi quindi un buon dolce, a prova di filosofo!

 

Per la zuppetta di tè

Prepariamo un infuso di tè dolce e aromatico, io utilizzo un delizioso tè bianco alla rosa e sentori di frutti tropicali, ma possiamo usare qualunque tè di nostro gradimento, pur che sia molto leggero e delicato e abbia uno spiccato aroma fruttato e magari leggermente acidulo, questa base aromatica e fresca, servita fredda, sarà la piacevole frazione liquida che andrà ad accompagnare le altre consistenze del dolce, sciacquandone la sua sensazione grassa e rinfrancando il palato.
Preparato il tè lo filtriamo e lo addolciamo con una dose a piacere di miele di acacia, ideale per aggiungere decise note floreali, e poi lo lasciamo riposare e raffreddare in frigorifero pronto per essere utilizzato.

 

Per la base di “semifreddo”

Mentre il tè raffredda, procediamo con la semplicissima preparazione della parte principale del dessert.
Fondiamo a bagnomaria (o in microonde o in un pentolino su un piano a induzione) il cioccolato bianco e lo uniamo mescolando rapidamente alla ricotta formando un composto liscio e compatto, a questo punto vi aggiungiamo delicatamente una eguale dose di panna montata leggermente zuccherata a piacere, lasciamo riposare un poco in frigorifero e il nostro finto “semifreddo” è pronto.

Molto importante per questo semplice dolce è la scelta della ricotta, che deve essere la più “dolce”, delicata e cremosa possibile.

 

Impiattamento

Con un porzionatore da gelato formiamo una bella palla di Se mi freddo e la adagiamo in piatto possibilmente fondo, versiamo intorno il tè freddo preparato in precedenza, e finiamo con qualche pezzo di nocciola tostata per dare un po’ di croccantezza, qualche piccolo candito di arancia, qualche fogliolina di basilico fresco e infine un filo d’olio extravergine taggiasco.
Il basilico donerà un incredibile sensazione di dolcezza e freschezza digestiva al dessert, mentre l’olio extravergine avvolgerà tutti i sapori accentuandoli con la sua particolare nota fruttata.
Ovviamente è molto importante utilizzare un olio dolce, con una bassissima acidità e un elevata nota fresca fruttata, caratteristiche tipiche dell’olio ligure taggiasco e di quello del Garda.

 

Ovviamente, miei cari cookers, il dolce sarà ottimo anche senza olio, ma fidatevi, provatelo!

Print Friendly, PDF & Email