Domenica 23 settembre ‘Festa a 4 zampe’ a Cascina Rosa: un murales per l’evento

0
559

Domenica 23 settembre si svolgerà al Canile di Cascina Rosa (strada provinciale per Pavia n.22 – Valmadonna) la ‘Festa a 4 zampe’, un momento di incontro con gli ‘amici a quattro zampe’,  ospiti della struttura gestita dall’Associazione Tutela Animali (A.T.A), con l’obiettivo di conoscere più da vicino la realtà delle strutture comunali che si occupano degli animali meno fortunati ed i volontari che se ne prendono cura.

L’evento che si svolgerà anche in caso di maltempo prevede la tradizionale ‘Pesca di beneficenza’, una merenda per tutti e l’opportunità di acquistare il calendario A.T.A. 2019

«Invito personalmente tutti gli alessandrini alla festa di domenica 23 settembre a Cascina Rosa per conoscere i nostri animali e i volontari che quotidianamente li accudiscono con affetto – ha sottolineato l’assessore al Welfare Animale, Giovanni Barosini —. Sarà l’occasione per vedere il nuovo  gigantesco murales che  è stato realizzato per abbellire la facciata della struttura. Ringrazio di cuore i tre giovani artisti Alberto Pugliese, Filippo Zorgno e Amedeo Zorgno; di Alberto e Filippo abbiamo già conosciuto la bravura perché, in occasione del 30° anno di attività dell’ATA, lo scorso 13 maggio, hanno rivitalizzato il cancello del canile sanitario; ora possiamo ammirare la loro arte sul  muro esterno di Cascina Rosa, così da renderlo visibile già da lontano. Nella giornata di domenica 23 potremmo vederli all’opera perché completeranno a “sorpresa” una parte di muro che hanno lasciato “libero” appositamente per l’occasione. Potremmo così ammirarli e ringraziarli “dal vivo”, estendendo il doveroso e corale ‘grazie’ ai volontari dell’Associazione Tutela Animali che si dedicano  con costanza, ogni giorno , ai nostri amici pelosi”.

Proseguono, nel frattempo, anche  i lavori per la creazione di un’area di “sgambamento”, che verrà abbellita con  piante e panchine, nella parte retrostante la struttura, e che verrà utilizzata non solo dai cani che vivono in canile, ma anche come luogo di addestramento per gli animali con particolari problemi caratteriali con l’ausilio di educatori cinofili.. A Cascina Rosa è  presente, infatti, l’educatrice cinofila, Lola Banti,  che oltre a lavorare sui cani ospiti della struttura, in particolare su quelli problematici per dare anche a loro la possibilità  di avere una famiglia, è a disposizione dei cittadini che possono aver problemi di gestione con il proprio cane.

“Mensilmente – ha continuato Barosini – sono in media  quattro  i cittadini che,  per i più svariati  motivi, chiedono al Comune di  accogliere il proprio cane presso i canili comunali per problemi che spesso, con un minimo di impegno, possono essere risolti senza arrivare alla drastica decisione di cessione del cane, decisione che, ci tengo a sottolinearlo, oltre a comportare un trauma all’animale, determina, purtroppo, un aggravio dei costi sulle spalle dell’Amministrazione Comunale e dell’Associazione”.

Si ricorda che per qualunque necessità riscontrata nella gestione o nella custodia del proprio animale d’affezione è possibile rivolgersi all’ufficio Tutela Animali del comune di Alessandria  (tel 0131 515 249 – [email protected] fb: welfare animale).

Il canile-rifugio “Cascina Rosa” segue ordinariamente i seguenti orari di apertura al pubblico: martedì e giovedì dalle ore 15 alle ore 17 – sabato e domenica dalle ore 10 alle ore 12 (info: A.T.A. www.associazionetutelaanimali.org).

NOTE INFORMATIVE SUGLI ARTISTI

 

Amedeo Zorgno, è nato a Torino nel 1989

Eredita la passione per l’arte dalla mamma che ha sempre dipinto quadri.

Ama tutte le forme d’arte, in particolare i graffiti contenenti lettere. Ritiene che sia molto più difficile descrivere il proprio stato d animo attraverso le lettere e i colori. Ama moltissimo viaggiare ed ha dipinto molte opere anche all’Estero,  sia in Europa che in Australia dove precedentemente viveva.

 

Filippo Zorgno è nato a Vercelli  e vive a Morano sul Po.

Ama fare ogni tipo sport, privilegiando fino all’anno scorso il basket.

Ama viaggiare, adora la birra e ogni forma d’arte.

Ritiene che l’arte sia un grande mezzo comunicativo, forse più difficile da comprendere di un testo ma molto più d’impatto.

Da piccolo chiedeva al papà di disegnare gli animali che poi colorava, crescendo ha cercato di disegnarli  da solo,  ma il disegno non era ancora un vero e proprio hobby.

Solo intorno verso i 16/17 anni, si è avvicinato al mondo dei graffiti con l’aiuto del cugino più grande Amedeo. Da quel momento i graffiti diventano una vera e propria passione. Ama rappresentare persone, animali, personaggi di anime e cartoni, con tratti più realistici o meno. Ha già lavorato in diverse località e partecipato ad eventi in Italia,  in alcuni dei quali affiancato al cugino Amedeo.

 

Alberto Pugliese ha 19 anni ed è nato a Casale Monferrato. Disegna da sempre,  ma si dedica ai murales da quattro anni circa.

Ama molto l’ arte di strada,  anche se predilige la pittura classica con tela e cavalletto.
Fare murales per lui significa abbellire pareti un tempo grigie e spente con disegni e colori unici,  in modo da valorizzare e personalizzare le zone urbane e renderle più piacevoli alla vista.

Print Friendly, PDF & Email