Zona Logistica Semplificata: le opportunità del “Decreto Genova” per Alessandria

0
309

La conferenza stampa odierna, nella Sala Giunta del Palazzo Comunale di Alessandria, è stata finalizzata a presentare gli obiettivi che l’emendamento presentato da Riccardo Molinari — capogruppo alla Camera della Lega Nord — intende conseguire e che arrecherà importanti benefici al territorio alessandrino.

L’emendamento è stato recentamente inserito nella conversione in legge del “decreto Emergenze” e si pone all’interno di una strategia che vede direttamente coinvolto sia il parlamentare alessandrino on. Molinari (già da quando ricopriva il ruolo di Assessore comunale allo Sviluppo Economico e al Commercio di Alessandria), sia l’azione politico-programmatica alla base dell’Amministrazione Comunale di Alessandria guidata dal Sindaco Gianfranco Cuttica di Revigliasco.

Se, per quest’ultima, rappresenta un obiettivo strategico (inserito nel programma elettorale e poi traslato nel programma di mandato) quello del rilancio della vocazione logistica del territorio comunale (e non solo) di Alessandria, per Riccardo Molinari l’inserimento dell’emendamento nell’ambito della conversione in legge del cosiddetto “Decreto Genova” costituisce un tassello importante di un lavoro sinergico con l’Amministrazione Comunale di Alessandria, con i diversi stakeholder del territorio e in piena sintonia con il Governo.

«Come richiesto dal mondo produttivo e dai sindacati del nostro territorio — ha dichiarato Riccardo Molinariil Governo ha fatto proprio il mio emendamento prevedendo l’istituzione della Zona Logistica Speciale per l’interporto di Rivalta, ma anche per quelle aree come Alessandria, Arquata, Novi, Belforte, che potranno nel prossimo futuro sviluppare la propria vocazione logistica con la realizzazione del Terzo Valico».

 

«Con questo provvedimento, inserito nella conversione in legge del decreto Emergenze – hanno sottolineato Riccardo Molinari e il Sindaco di Alessandria Gianfranco Cuttica di Revigliascosi sancisce che l’alessandrino è e sarà il retroporto naturale di Genova e potrà beneficiare di importanti agevolazioni fiscali per attrarre investimenti e creare nuova occupazione. Si tratta di un risultato importante e della certificazione della chiara volontà del Governo di andare avanti sulla realizzazione del Terzo Valico e sul potenziamento del Porto di Genova».

 

«Si tratta di una importante opportunità — ha dichiarato infine Cesare Rossini, Presidente della Fondazione Slala, ench’egli presente alla conferenza stampa insieme al Sindaco di Alessandria e all’on. Molinari —. È una grande opportunità che l’intero nostro territorio ha oggi la possibilità di concretizzare, in una logica di rilancio della logistica che venga, più che in passato, concordato sinergicamente con le effettive esigenze dell’Autorità Portuale di Genova e che sia in grado di veicolare nuova occupazione, rilanciando anche il ruolo dello smistamento ferroviario merci di Alessandria è passato da 980 persone occupate negli anni passati alle sole 18 attuali. Per questo, auspico che tutti i Soggetti Pubblici e gli Enti Territoriali condividano questo obiettivo e si impegnino, ciascuno per la propria parte, a dare nuove chances al territorio alessandrino».

Print Friendly, PDF & Email