Volontariato a Valenza, per Forza Italia “occasione persa con modifica al Regolamento IMU”

0
248

Riceviamo e pubblichiamo.

Nel corso dell’ultima seduta di Consiglio Comunale, che ha visto l’approvazione del Bilancio Preventivo 2019-2021 e gli atti a esso correlati, si è discusso di modifiche al Regolamento IMU, per la maggior parte legate al cambiamento della normativa nazionale in materia.
A tale merito, il gruppo consiliare di Forza Italia ha presentato, ai sensi dell’art. 33, comma 3, del Regolamento di Consiglio, una mozione di indirizzo per richiedere esenzioni mirate per Enti ed Organizzazioni di Volontariato, così individuate dalla nuova Legge del Terzo Settore (L. 106/2015 e d.lgs. 117/2017).
«L’iniziativa» – spiega Alessandro Deangelis, Coordinatore Comunale di Forza Italia – «voleva portare ad un lavoro mirato ed approfondito sulle attività delle Associazioni ed Organizzazioni no profit alla luce di un settore in evoluzione come quello del Volontariato, soprattutto in un momento come questo in cui, fatta la Legge, si attendono i decreti attuativi a complemento delle regole che superano le precedenti disposizioni risalenti al 1991. Il Comune, quindi, in una fase di transizione avrebbe potuto, forte della propria autonomia, avviare un lavoro all’interno della Commissione preposta, in collaborazione con la Consulta del Volontariato Sociale, seguendo passo dopo passo l’adeguamento statutario delle singole realtà associazionistiche che operano all’interno della nostra Comunità».
Infatti, sebbene l’articolo 13 del Regolamento IMU, inerente le esenzioni, apparentemente si ponga a garanzia di una ampia fattispecie di attività e campi di azione proprie di Associazioni, «un lavoro preliminare ci eviterebbe di ritornare in secondo tempo, con tempi decisamente più ristretti, a recepire nuovi adempimenti a tale merito».
La mozione azzurra, non a caso, senza prevedere particolari tempistiche, chiedeva genericamente «un impegno da parte della Giunta Comunale a favore di Associazioni e Onlus attive in campi strategici, soprattutto a corollario di servizi importanti (si pensi quelli sanitari), che quotidianamente forniscono un forte supporto alle strutture pubbliche di riferimento e a garanzia dei cittadini».
Ecco che alla luce della votazione che ha visto approvare le modifiche proposte (dalla Giunta) all’unanimità, e bocciare la mozione azzurra con 6 voti favorevoli (opposizioni) e 10 contrari (maggioranza), «prendiamo atto che, ancora una volta, alcune prese di posizione di questa maggioranza hanno significato un’occasione mancata per la Città e, in questo caso, a farne le spese è il Volontariato».
Alessandro Deangelis
Coordinatore Comunale
FI, Sezione di Valenza
Print Friendly, PDF & Email