Vignette in vigna 2016

0
358

Tutto è pronto per il secondo appuntamento con Vignette in Vigna 2016, con il patrocinio del Comune di Bubbio (AT) che si terrà oggi, domenica 9 ottobre con il grande laboratorio di fumetto per giovani e adulti (iscrizione gratuita a [email protected]) nella stupenda location del Parco Scultoreo Quirin Mayer in regione San Ippolito 128 a Bubbio.

Il laboratorio si terrà all’aperto dalle ore 15 alle ore 17, e i materiali per il laboratorio saranno messi a disposizione dall’organizzazione; in caso di maltempo il laboratorio si svolgerà sempre nel parco nei locali dell’Associazione Culturale Quirin Mayer. A seguire, compreso nel laboratorio, si terrà una degustazione dei vini biologici dell’Azienda Agricola Mario Torelli di Gianfranco Torelli e con le prelibatezze dell’Agriturismo Tre Colline in Langa. A

lla sera la giornata dedicata all’arte e al gusto prosegue all’Agriturismo in Langa con la cena (su prenotazione, costo a persona 28 € vini inclusi) che unisce Langhe e Riviera Ligure in un menù speciale studiato dall’agrichef Paola Arpione dove ogni portata sarà accompagnata da un vino importante di Gianfranco Torelli. E’ un menù da raccontare: il  forte legame dal mare alle Langhe lungo la via del sale ha lasciato nella cucina langarola sapori nuovi e prodotti importanti, con l’utilizzo di acciughe, tonno, merluzzo; nel menù stuzzichini con panissa fritta de Sann-a; vitello tonnato e il Chardonnay; flan di peperoni con bagna cauda e Barbera d’Asti; gnocchetti di patate con ragù di merluzzo e il Novo; orologio di formaggi locali e il Magno; Bunet e il brachetto “Petali di Rosa”. Sorrisi, fumetti, gusto. Nella serata ci sarà anche un esperimento fumettistico: il cartoonist Roby Giannotti illustrerà in diretta una ricetta raccontata da Paola Arpione e Gianfranco Torelli, una vera e propria “ricetta animata”.

Ovviamente all’aperto sono già collocate le Vignette in Vigna e sarà così fino al 31 dicembre 2016…oltre 40 esilaranti vignette sui temi del vino e del territorio sono esposte infatti tra i filari lungo la collina di San Grato nei vigneti Torelli, incorniciate dalle viti, una cosa davvero unica e speciale come lo è questo territorio. E in allegato troverete le foto del primo appuntamento, il laboratorio di fumetti per bambini che il cartoonist Roby Giannotti ha tenuto domenica scorsa 25 settembre tra le vigne Torelli all’aperto in una giornata splendida piena di sole e di creatività.

Da quest’anno collabora all’evento l’Associazione Quirin Mayer, altra splendida realtà di Bubbio. Il Parco Scultoreo Quirin Mayer che contiene al suo interno anche un’esposizione permanente delle sculture dell’artista è stato inaugurato nel 2009 e donato dallo scultore di fama internazionale che porta l’omonimo nome al paese di Bubbio come gesto di “gratitudine” per avergli dato la possibilità di conoscere e diventare parte di un  paese, a detta sua, (che ha girato il mondo) tra i più belli mai visti. Da lì è nata l’Associazione Quirin Mayer che ha come scopo primario quello di divulgare e promuovere ogni forma di arte e turismo nella zona proprio perché una volontà dell’artista è proprio quella di portare turismo nel paese di Bubbio e far conoscere questa “perla rara”.

Il Parco è sempre aperto, proprio perché collocato all’aperto, per cui è possibile visitarlo tutti i giorni dell’anno, anche se sono sconsigliati i mesi troppo freddi poiché a causa della neve potrebbe essere difficile da raggiungere. Inoltre seguendo i sentieri del CAI ci si trova ad attraversarlo. L’attività principale che si può svolgere nel Parco è quella di riempirsi gli occhi e il cuore con la meravigliosa vista, mentre dal prossimo anno saranno organizzate delle visite guidate su prenotazione oltre che spettacoli a numero chiuso.

http://www.mayer-quirin.com/#

Come arrivare al Parco Scultoreo Quirin Mayer:

il Parco si trova in Regione San Ippolito 218 – Bubbio. Arrivando da Canelli appena dopo il cartello Bubbio c’è un primo gruppo di case, passato il quale si prende la prima strada a sinistra e si sale sino alla cima seguendo le indicazioni; arrivando invece dal paese o da Acqui/Cortemilia si prende per Canelli e si svolta a destra dove si vede l’indicazione; una volta svoltato si prosegue sino alla cima per circa 5/7 minuti e poi si arriva al Parco.

 

Print Friendly, PDF & Email