Un anno di Fondazione Uspidalet

0
358

Sta per concludersi un altro anno di importanti risultati per la Fondazione Uspidalet Onlus che archivia il 2018 con un bilancio di 6 progetti conclusi per un totale di 252.144 euro e altri 5 progetti in fase di definizione per un valore stimato di 425.000 euro. Oltre ai 21.000 euro raccolti grazie allo “Spettacolo di Natale” del 23 novembre scorso destinati a “Casa Amica”.

 

Per la Fondazione Uspidalet – afferma la presidente Alla Kouchnerovail 2018 è stato l’anno del “cuore”, sotto tutti i punti di vista. Un anno impegnativo, ma ricco di soddisfazioni perché siamo riusciti a finanziare due dei tre progetti volti a migliorare la cura delle patologie cardiologiche, destinati rispettivamente ai reparti di Cardiologia e Terapia Intensiva dell’Ospedale civile QUESTIONI DI CUORE (80.000 euro stimati) e AL CUOR NON SI COMANDA (100.000 euro stimati) per l’acquisto di sistemi di monitoraggio multi-parametrici e relativa centralina. Abbiamo già chiuso il bando di gara dei 15 monitor richiesti che saranno inaugurati nei primi mesi del prossimo anno, e stiamo concludendo anche la raccolta fondi per SENTI IL MIO CUORICINO (90.000 euro stimati) finalizzato all’acquisto di un eco-cardiografo per l’Ospedale Infantile che ne è sprovvisto. Ma, non mi stancherò mai di ripetere che tutto ciò è stato possibile solo grazie al grande cuore dei nostri benefattori, grandi gruppi bancari, industriali, enti, associazioni e tanti singoli donatori che ogni giorno ci dimostrano la loro solidarietà”.

 

Tra i progetti realizzati, il più significativo è stato ONDA SU ONDA che ha permesso di dotare l’Ospedale civile di un eco-fibroscan (127.612 euro), un apparecchio di ultimissima generazione, unico esemplare nel suo genere in Italia, a disposizione di tutti i pazienti affetti da patologie epatiche croniche. Poi il progetto di umanizzazione LARA (84.765 euro), inaugurato nel luglio scorso, con il ripristino del cortile interno dell’Ospedale prospiciente i reparti di Geriatria e Psichiatria e la creazione di un’area attrezzata, completamente recintata dove i pazienti possono incontrare i loro “amici a quattro zampe”. POLMONI SOTTO ZERO (21.500 euro) si è concretizzato nel marzo scorso con l’acquisto di una apparecchiatura che consente di effettuare la criobiopsia polmonare e transbronchiale, mentre l’ultima nata, il 17 novembre, è sicuramente ANNE (14.999 euro), un manichino ad alta tecnologia dotato di un sistema informatico di ultima generazione utilizzato dagli operatori sanitari per esercitarsi ad affrontare le problematiche della sala parto o della terapia intensiva neonatale. Sono stati, inoltre, acquistati un MICROSCOPIO per l’ambulatorio di citologia nasale (1.952 euro) e forniti attrezzature e materiali per il progetto di ORTOTERAPIA TERAPEUTICA del reparto di Psichiatria.

 

 

 

A breve diventeranno realtà altri due progetti: CIT CH’U RIVA (95.000 euro stimati) rivolto all’acquisizione di un ecografo di ultimissima generazione con sonda 3D per i reparti di Neonatologia e Ostetricia dell’Ospedale civile e di Chirurgia Pediatrica dell’Infantile di Alessandria,  in grado di migliorare in maniera significativa la diagnosi e la gestione peri-natale delle patologie congenite consentendo ai medici di visualizzare le malformazioni del feto ed eventualmente intervenire nel grembo materno e SEI UN OSSO DURO (60.000 euro stimati) per l’acquisto di un Densitometro DEXA, strumento fondamentale nella valutazione dello stato di salute delle ossa, di bambini e adulti.

 

La nostra attività non ha mai sosta – conclude la Presidente – e se la raccolta fondi rappresenta l’impegno principale, ogni progetto prevede un complesso iter che coinvolge la nostra Commissione Acquisti, incaricata delle gare d’appalto e della successiva scelta delle ditte fornitrici, per cui è possibile che alcuni dei progetti inaugurati siano stati finanziati l’anno precedente. Ci teniamo molto a lavorare con il massimo senso di responsabilità consapevoli della fiducia che i donatori ripongono in noi e dell’importanza di mettere a disposizione dei pazienti apparecchiature tecnologicamente all’avanguardia. Un grazie sincero e tanti auguri di buone feste a tutti i nostri benefattori e a tutti i nostri volontari che, anche durante le festività saranno impegnati a vendere i biglietti della Lotteria di Natale per acquistare l’ecocardiografo per il nostro Ospedale Infantile”.

 

Print Friendly, PDF & Email