Tra una settimana il ballottagio Fabbio – Rossa

0
375

Concluso il primo turno elettorale; domenica prossima gli alessandrini saranno richiamati alle urne per decidere chi tra Piercarlo Fabbio e Rita Rossa sarà il futuro sindaco di Alessandria.

In un recente confronto; i due candidati hanno cercato di convincere gli elettori proponendo quelle che secondo loro sono le idee migliori per Alessandria.

Rita Rossa; forte dei 20 punti percentuali di distacco ottenuti nel primo turno; si sente in vantaggio rispetto al suo avversario; ma si è comunque dichiarata decisa a non sedersi sugli allori e a continuare la campagna elettorale. Fa del risanamento del bilancio il punto cardine della suo programma; annunciando anche rinunce là dove ce ne sarà bisogno; la priorità è pagare i fornitori; e garantire un futuro più stabile alle strutture pubbliche; all’assistenza sociale e al Cissacca. Il centrosinistra; se vincerà la Rossa; attuerà un piano di sviluppo che comincerà dal potenziamento dello scalo ferroviario di Alessandria; ‘per far sì che Alessandria torni ad avere un reale e sostanziale ruolo di capoluogo’.

Rita Rossa ha poi smentito le voci riguardo a una sua volontà di chiudere la Cittadella; ricordando di averci anche accompagnato D’Alema durante la sua visita ad Alessandria.

Fabbio ha dichiarato invece di voler proseguire in linea di massima la linea di governo tenuta fino ad ora; ricordando che; nonostante la situazione attuale del bilancio; nel 2007 quando prese il posto di Mara Scagni rifiutò di far commissariare il Comune.

Punta poi il dito contro la reintroduzione dell’Imu; annunciando che in caso di vittoria verrà applicata al minimo. Se verrà riconfermata; la giunta di centrodestra concentrerà le risorse per aiutare i dipendenti del Cissacca e dei servizi sociali; che operano in un settore travolto dalla crisi; verranno creati almeno 250 nuovi posti di lavoro attraverso l’individuazione di nuove aree industriali; le riunioni della giunta verranno indette di pomeriggio; durante l’orario di lavoro dei dipendenti per risparmiare; e i dirigenti d’area; quelli con lo stipendio più alto; scompariranno.

Infine; Fabbio ha annunciato che continuerà l’opera di sviluppo attraverso i lavori pubblici; dopo il ponte Meier; verrà realizzato il progetto per il posteggio sotterraneo di Piazza Garibaldi.

Marcello Rossi

Print Friendly, PDF & Email