Tortona: l’assessore Castellano interviene sul dimensionamento scolastico

0
301

Riceviamo e pubblichiamo un intervento dell’assessore Castellano riguardo al dimensionamento scolastico approvato dal Comune di Tortona.

“Le attività di riorganizzazione della rete scolastica per l’anno scolastico 2013/14 si sono concluse con l’approvazione del Piano regionale di dimensionamento della rete scolastica con deliberazione della Giunta regionale n. 13-5136 del 28 dicembre 2012, rettificata con deliberazione n. 10-5316 dell’8 febbraio 2013.

Per l’anno scolastico 2014/15, le Province definiranno, approveranno e trasmetteranno alla Regione Piemonte il proprio piano dopo aver attivato incontri con i comuni, le istituzioni scolastiche autonome, gli uffici scolastici territoriali e tutti quei soggetti che ritengono di coinvolgere, ed aver acquisito le proposte deliberate dai Comuni, con relativi pareri alle istituzioni scolastiche autonome”.
Con queste parole la Regione Piemonte ha risposto alla richiesta che il Sindaco, Massimo Berutti, e l’assessore all’Istruzione, Laura Castellano, hanno inoltrato, lo scorso 4 marzo, al dirigente dell’ufficio scolastico provinciale, ai dirigenti dei settori Istruzione della Regione e della Provincia, ai dirigenti scolastici e ai sindaci dei Comuni interessati dal dimensionamento.
Con questa nota il primo cittadino e l’assessore avevano chiesto di soprassedere, per l’anno 2013/14, all’ipotesi di attivare sezioni distaccate di scuola secondaria di primo grado dell’Istituto comprensivo di Viguzzolo a Tortona, rinviando ogni determinazione in proposito.
“Concluse le iscrizioni abbiamo deciso di scrivere questa lettera perché era diventata concreta la decisione di apertura di una sezione distaccata a Tortona della scuola media di Viguzzolo – spiega l’assessore all’Istruzione, Laura Castellano -. Nel corso dell’incontro con i dirigenti scolastici fatto il 10 gennaio scorso per discutere del nuovo sistema delle iscrizioni on line per l’anno scolastico 2013/14, la rappresentanza di Viguzzolo aveva espresso l’intenzione di aprire una sezione distaccata delle Scuole medie qui a Tortona. Già in quella sede avevo sollevato perplessità, ed evidenziato alcune criticità, per il fatto che il dimensionamento scolastico era appena stato approvato e avevo chiesto di soprassedere almeno per quest’anno”.
Il sindaco, Massimo Berutti, e l’assessore Laura Castellano, sottolineano che l’offerta scolastica dell’attuale rete e dei relativi punti di erogazione del servizio a Tortona è più che sufficiente a garantire il soddisfacimento delle esigenze delle famiglie, inoltre, l’attivazione di nuove sezioni presso l’edificio della primaria “G. Rodari” di Tortona, comporta evidenti oneri per l’amministrazione comunale, in palese contrasto con il processo di contenimento delle spese pubbliche in atto e, per altro, in assenza di adeguata copertura finanziaria nel Bilancio dell’Ente.
E’ comunque intenzione dell’amministrazione proporre, in sede di Conferenza scolastica provinciale, ai competenti livelli provinciale e regionale, la correzione dell’assetto conseguente alla deliberazione della Giunta comunale di Tortona n. 8 del 26 gennaio 2012, per giungere ad una più efficace e coerente articolazione territoriale in accordo con le amministrazioni interessate e alla luce dell’andamento delle iscrizioni 2013/14, le prime dopo il dimensionamento.
“D’altra parte – scrivono nella nota il sindaco Berutti e l’assessore Castellano – avendo a mente l’interesse esclusivo della popolazione amministrata e in virtù della leale collaborazione tra enti ed istituzioni pubbliche sempre proficuamente praticata, questa amministrazione chiede, ancorché nelle more delle eventuali nuove determinazioni nazionali e regionali, l’avvio già da ora, di un processo condiviso e partecipativo per giungere, in tempo utile (ottobre 2013), alla formulazione di un assetto della rete scolastica locale rispondente alle esigenze del territorio, non oneroso per gli enti coinvolti, efficace e qualitativamente all’altezza delle sue tradizioni e delle aspettative delle famiglie”.
“La necessità di procedere in tal senso, ovvero, con una revisione del dimensionamento scolastico per il 2014/15 scaturisce dal fatto che, le iscrizioni, appena concluse, hanno rivelato che in alcuni casi la logica della territorialità è prevalsa su quella della continuità verticale– prosegue l’assessore Castellano -. Per questa ragione, sempre ad inizio marzo, abbiamo deciso di scrivere ai sindaci comunicando appunto l’intenzione di proporre la revisione dell’assetto per giungere ad una più efficace e coerente articolazione della rete scolastica territoriale e daremo avvio, quanto prima, ad un tavolo di confronto e ad un processo partecipativo per giungere alla formulazione di una nuova proposta”.
“In merito alla cinquantina di ragazzi che si sono iscritti all’istituto comprensivo di Viguzzolo – conclude l’assessore all’Istruzione – la Regione ci ha scritto che fino all’anno scolastico 2014/15 non si potrà fare nulla, per cui ritengo che troveremo una soluzione che consenta di mantenere un equilibrio tra i tre istituti e, in particolare, le classi delle scuole medie”.

Print Friendly, PDF & Email