Terremoto: Piemonte pronta con esperti e campi accoglienza, ecco come aiutare le famiglie colpite con le donazioni

0
772
immagine simbolo dei colpiti dal terremoto

268 morti e 238 le persone estratte vive, quasi mille le scosse di assestamento nel giorno di oggi. Son i dati di una catastrofe accertata in queste ore, famiglie e paesi rasi al suolo nella notte del 24 agosto. L’Italia subisce un altro dramma tra Marche e Abruzzo, ma gli italiani sono forti e sanno rialzarzi.

In queste ore migliaia i volontari delle protezione civile hanno riaggiunto le zone più colpite, soprattutto i comuni di Accumuli e Amatrice e Arquata del Tronto. Molte regioni hanno predispoto le colonne mobili provenienti dai territori dell’Italia centrale. Anche dal Piemonte è pronta a partire una colonna per l’allestimento eventuale di due campi di accoglienza per 500 persone. Rientreranno invece domani le 5 unità cinofile, impegnate da mercoledì sul campo nella ricerca dei superstiti. Resta confermata la disponibilità da parte del Piemonte di 14 tecnici per il rilievo dell’agibilità degli edifici, la cui partenza verrà pianificata dal Dipartimento nella giornata di lunedì.

Per quanto riguarda le innumerevoli offerte di mezzi e materiali che stanno giungendo in queste ore da parte di enti e privati cittadini, il Dipartimento ha reso noto che al momento non si segnalano esigenze di raccolta di beni. È invece possibile donare due euro a sostegno delle popolazioni colpite dal terremoto, inviando un sms oppure con una chiamata da rete fissa al numero 45500. Per versamenti spontanei al comune di Amatrice IT 28 M 08327 73470 000000006000, oggetto: un futuro per amatrice. Per informazioni aggiornate http://www2.regione.piemonte.it/protezionecivile/index.php/archivio-notizie

 

Giancarlo Perazzi

Print Friendly, PDF & Email