Questa sera, la “Serenissima”

0
311

“Venezia, la bella lusinghiera e ambigua città metà fiaba e metà trappola, nella cui atmosfera, l’ arte un tempo si sviluppò rigogliosa, e che suggerì ai musicisti melodie che cullano in sonni voluttuosi”

Così definiva Thomas Mann, la “Serenissima“, alla quale è dedicato il prossimo appuntamento di Alessandria Barocca e non solo… che si terrà presso la Chiesa di San Giovanni Evangelista, oggi, sabato 8 ottobre, alle ore 21.

L’Archicembalo, gruppo ospite del Festival, presenterà due fra i più importanti compositori del ‘700,   Tomaso Albinoni ed Antonio Vivaldi, accomunati non solo dalla città di nascita, ma anche da uno stile compositivo caratterizzato dall’uso di temi originali e melodie poetiche, che i due musicisti portarono ai più alti vertici e da innovazioni formali che prepararono lo stile sinfonico.

Attraverso le loro composizioni si potrà viaggiare, letteralmente, dentro Venezia, lasciandosi trasportare lungo il canal grande, sopra il ponte di Rialto e passeggiare in paizza San Marco, vivendo La Serenissima, immersi nei capolavori del Guardi, di Canaletto, del Tintoretto.

Un nuovo suggestivo concerto (ad ingresso libero e gratuito) sarà proposto dall’ensemble strumentale “L’Archicembalo” questa sera, 8 ottobre alle ore 21.00, nella Chiesa di San Giovanni Evangelista di corso Acqui ad Alessandria — nell’ambito degli eventi collegati alla “Festa del quartiere Cristo”.

Il concerto si inserisce nel programma complessivo del Festival “Alessandria Barocca e non solo…”, realizzato in collaborazione con il Comune di Alessandria (Assessorato ai Beni e Politiche culturali) e finalizzato alla valorizzazione artistica e musicale nelle Chiese ed edifici storici di Alessandria e provincia.

«Venezia, la bella lusinghiera e ambigua città “metà fiaba e metà trappola”, nella cui atmosfera l’arte un tempo si sviluppò rigogliosa e che suggerì ai musicisti melodie che cullano in sonni voluttuosi». Così Thomas Mann definiva la “Serenissima” alla quale è appunto dedicato il prossimo appuntamento concertistico.

“L’Archicembalo”, gruppo ospite del Festival, presenterà infatti due fra i più importanti compositori del Settecento: Tomaso Albinoni ed Antonio Vivaldi, accomunati non solo dalla città di nascita, ma anche da uno stile compositivo caratterizzato dall’uso di temi originali e melodie poetiche — che i due musicisti portarono ai più alti vertici — e da innovazioni formali che prepararono lo stile sinfonico.

Attraverso le loro composizioni si potrà viaggiare simbolicamente “dentro” Venezia, lasciandosi trasportare lungo il Canal Grande, sopra il Ponte di Rialto e passeggiare in Piazza San Marco, vivendo appieno l’atmosfera della “Serenissima”, immersi nei capolavori del Guardi, di Canaletto, del Tintoretto.

L’ensemble barocca “L’Archicembalo è composta da Marcello Bianchi, Paola Nervi, Marco Pesce (violini), da Mauro Righini (viola), da Claudio Merlo (violoncello), da Matteo Cicchitti (violone) e da Daniela Demicheli (clavicembalo).

L’edizione 2016 di “Alessandria Barocca e non solo…” ha preso avvio a giugno e si sta articolando con eventi concertistici fino a novembre 2016, prevedendo la realizzazione di 10 concerti sul territorio di Alessandria e provincia. è realizzata con il Patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività culturali, della Regione Piemonte, della Provincia di Alessandria, della Città di Alessandria, del Comune di Valenza, del Comune di Oviglio e della Camera di Commercio di Alessandria nonché con il significativo sostegno della Fondazione SociAl, della Fondazione Cassa di Risparmio di Torino, della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, dell’Amministrazione Comunale di Alessandria e di alcuni sponsors e donazioni private.

Print Friendly, PDF & Email