Questa crisi passer ma la prossima gi ci lancia i suoi segnali

0
375

Siamo quotidianamente sballottati da notizie di una crisi economica; probabilmente costruita e gestita da un manipolo di istituti finanziari (come pubblicato dal sole24ore; di cui abbiamo recuperato l’immagine). Soggetti finanziari così grandi da aver le capacità di assoggettare le politiche sociali ed economiche di stati; fra i quali ci troviamo anche noi; pianificandone i tagli dei servizi e condizionando i cittadini a meri contributori fiscali o consumatori su cui regge il sistema scricchiolante.

Ebbene schiacciati come siamo dal vortice delle minacce economiche; dei ricatti finanziari; non poniamo più l’attenzione sui segnali che la natura ci rilascia quotidianamente attraverso la mutazione climatica in atto. I segnali sono innumerevoli ; dalla banchisa del circolo polare artico che si è disciolta e che per la prima volta a memoria d’uomo permette la circumnavigazione del Polo Nord ad arrivare a qualcosa che tocca anche noi da vicino con il razionamento dell’acqua imposta dal sindaco di Tortona.

Da tempo ci dicono che le prossime guerre non saranno per il controllo del petrolio; ma per quello dell’acqua e la polemica che vede l’ordinanza del primo cittadino Berruti forzata; per permettere di far confluire l’acqua verso Genova ; ci lascia assaporare di che entità sarà la prossima crisi.

A crearla sempre l’uomo; ma contro un ecosistema non più in grado di reggere le cecità umane . Non saremo più noi a gestirla questa prossima crisi e non sarà come quelle che conosciamo; petrolifere o finanziarie che siano; ma l’uomo la subirà; e a governarla sarà il pianeta che ci ospita; e che da miliardi di anni muta; oggi col rischio di scrollarsi di dosso i suoi parassiti.

E.R.

Print Friendly, PDF & Email