Il Movimento 5 Stelle chiede risposte sugli elevati livelli di amianto nei pozzi intorno alla cava Clara e Buona

1
2406

Movimento 5 Stelle Di Filippo, Serra e CammalleriL’annosa questione della cava Clara e Buona e l’apertura del “Bando assessori” sono stati i temi dell’incontro con stampa e cittadini avvenuto stamattina nella sede elettorale del Movimento 5 Stelle, alla presenza del candidato sindaco Michelangelo Serra e dei consiglieri comunali Andrea Cammalleri e Domenico Di Filippo.

La precedenza è andata a Cammalleri e alla sua interpellanza, che ha come oggetto il noto sito per i conferimenti dello smarino del Terzo Valico. La richiesta di chiarimenti da parte del consigliere 5 stelle riguarda gli “altissimi livelli di amianto presenti nelle acque sotterranee in prossimità dei pozzi piezometrici intorno alla cava, oltre a quantità di cromo e nichel sopra i limiti di legge nei rilevamenti di roccia e terreni”. I dati denunciati dall’opposizione provengono dall’analisi condotta dall’Arpa il 23 e il 27 gennaio scorsi, numeri che sono ritenuti allarmanti: “Quanto amianto è sopportabile nell’acqua? – si chiede Cammalleri – È vero che non esiste una normativa che regoli il numero di fibre disciolte, ma sono stati registrati valori assurdi, dalle 60.795 fibre/litro fino a superare le 300.000 f/l. Ben oltre il limite di 2 f/l nelle emissioni in atmosfera”. Il rapporto dell’Arpa ha fatto emergere anche lo sforamento dei limiti per il Cromo (376 invece di 150 mg kg-1) e il Nichel (146 invece di 120 mg kg-1), oltre alla presenza di altri metalli entro i valori di norma.

FullSizeRender 2La responsabilità di tale situazione non è esclusivamente di Cociv, essendo Clara e Buona un sito soggetto a problematiche ambientali precedenti al conferimento dello smarino. Tuttavia, a parere di Cammalleri, è compito del general contractor del Terzo Valico garantire la bonifica del sito previa l’arrivo dello smarino “come richiesto in sede di Conferenza dei Servizi”. L’interpellanza chiede al sindaco di Alessandria perchè abbia “ignorato tanti e tali segnali di inquinamento” e gli richiama la possibilità di chiudere il sito e bloccare i succitati conferimenti, per non pregiudicare “definitivamente la possibilità di bonifiche”. Altre istanze coinvolgono anche Arpa, per “nuove analisi sui terreni circostanti la cava e gli attuali conferimenti da parte di Cociv”, e Amag, “per valutare la presenza di fibre di amianto nei pozzi di captazione della nostra rete idrica, oltre che i valori di Cromo totale e Cromo VI”.

Prendendo spunto dall’interpellanza del collega, il consigliere Domenico Di Filippo ha rimembrato la bocciatura della “nostra mozione per istituire un Osservatorio Ambientale per la Fraschetta. Una decisione con la quale l’attuale amministrazione ha dimostrato una minore sensibilità verso la tutela della sicurezza dei cittadini, rispetto alle vicine Tortona e Pontecurone”. Di Filippo ha espresso anche la propria opinione sulle recenti evoluzioni della campagna elettorale, in particolare la candidatura di Oria Trifoglio tra le fila del Quarto Polo: “Trifoglio è un’ottima persona con cui abbiamo tenuto buoni rapporti, soprattutto quando si fece garante della nostra mozione per il testamenti biologico. Detto ciò, la proposta politica che rappresenta appartiene al passato, quando Alessandria ha bisogno invece di rinnovamento. I nostri elettori non si faranno abbindolare da un movimento che esce allo scoperto a pochi mesi dal voto, noi ci stiamo preparando da un anno e mezzo”.

nuovo-logo-movimento-5-stelle-2016L’altro argomento di giornata, l’avvio del “Bando assessori”, è stato affrontato da colui che aspira a guidarli, il candidato sindaco Michelangelo Serra. In linea con un “approccio improntato sulla trasparenza, già adottato a Torino”, il Movimento 5 Stelle ha ritenuto opportuno proclamare una “chiamata pubblica” per la selezione degli assessori e del personale in altre posizioni amministrative (per esempio nelle partecipate e nei consorzi). L’invito è rivolto a tutti i cittadini, i criteri per la selezione sono “meno stringenti rispetto a quelli richiesti per i profili di sindaco e consiglieri” ma non per questo lassivi (richiesti, in particolare, almeno un diploma di scuola superiore, la conoscenza di una lingua straniera, l’esenzioni da condanne penali e della Corte dei Conti, anche non definitive e il non essere iscritti ad altri partiti politici o alla Massoneria).

“La selezione sarà fatta da me e dalla lista dei candidati consiglieri – ha detto Serra – verrà garantita la riservatezza delle domande; la selezione si concluderà a giunta completata in caso di vittoria, le aree tematiche per le quali ci si può proporre sono numerose, se ne possono scegliere anche più di una”. La domanda e tutta la documentazione necessaria dovrà essere inviata all’indirizzo email staff@alessandria5stelle.it, maggiori informazioni a questo link.

Stefano Summa
@Stefano_Summa

Print Friendly, PDF & Email

1 COMMENTO

  1. […] d’acqua di falda prelevati nei pozzi piezometrici intorno alla cava Clara e Buona ad Alessandria, che evidenziano la presenza di amianto fino a 300 mila fibre per litro siano solo la prima conferma dei timori più volte espressi dai cittadini e dalle associazioni […]