LiberAzioni 2018: è festa il 24 e 25 aprile

0
419

Le celebrazioni dei 70 anni della Costituzione e i festeggiamenti della Liberazione entrano nel vivo con i due giorni più importanti del palinsesto di LiberAzioni 2018, ricchissimo calendario curato dal “Comitato 25 aprile” (ne fanno parte: Comune di Casale Monferrato, ANPI, Comitato Unitario Antifascista, Biblioteca Civica “G. Canna”, Comunità Ebraica, Diocesi di Casale Monferrato, Legambiente, L’Albero di Valentina, Collettivo Teatrale, Migrantes, ANRP Associazione Nazionale Reduci dalla Prigionia, FIAB Federazione Italiana Amici della Bicicletta, Educational Forum Eforum, CAI Club Alpino Italiano, Associazione Nazionale Alpini, S.e.n.a.p.e. Società Cooperativa Sociale, Confraternita degli Stolti).

Martedì 24 aprile alle ore 11 gli alunni della Scuola Primaria XXV Aprile godranno di una lezione di approfondimento sulla festa di Liberazione e otterranno in dono una copia della Costituzione. Nel pomeriggio nell’ambito del progetto “Per una toponomastica del casalese” saranno presentate le targhe intitolate ad alcuni partigiani monferrini. Si tratterà di un vero e proprio percorso a tappe animato dagli attori del Collettivo Teatrale e dai ragazzi delle scuole. La partenza è prevista alle ore 17 alla Scuola Primaria San Paolo.

Sempre alle ore 17, alla San Paolo ci sarà l’esposizione “Quadri di Resistenza” con sagome di scene partigiane realizzate dagli alunni del Comprensivo Negri.

Alle ore 17,45 all’Istituto Superiore Leardi tocca a “Alza il Volume” con testimonianze filmate della Resistenza Casalese, letture in musica di “Una questione privata” di Beppe Fenoglio e proiezione della graphic novel “Il Racconto di Annamaria” realizzata dalle classi V della IV Novembre coordinate da Valentina Biletta.

Alle ore 18,45 al Castello del Monferrato verranno presentati gli ex libris realizzati dalla III B del Comprensivo Negri e si terranno le esibizioni musicali de “L’Opera dei Ragazzi e “In…cantando3”, coro dell’Istituto Comprensivo Casale 3.

Alle ore 19,30 quindi, ci sarà un aperitivo di autofinanziamento della manifestazione al costo di 15 euro all’Enoteca Regionale del Monferrato (al Castello).

A partire dalle ore 21 gli intrattenimenti si sposteranno al Teatro Municipale per una grande serata di musica a ingresso libero. Aprirà lo show “Canzoni Resistenti” l’esibizione dell’ensemble della scuola media Trevigi assieme alla Colibrì Band e al bluesman Paolo Bonfanti.

Alle 22 quindi spazio agli Yo Yo Mundi accompagnati dallo stesso Bonfanti. La storica band tornerà così in città a distanza di tredici anni dalla serata “La Banda Tom e altre Storie Partigiane”.

Mercoledì 25 aprile si terranno le celebrazioni ufficiali del 73° anniversario della Liberazione. Alle 10 sarà officiata la messa nella Chiesa di S. Paolo (via Mameli). Alle 10,30 le autorità e i cittadini si riuniranno davanti al Palazzo Municipale, quindi si costituirà un corteo fino alla Cittadella dove, alle 11, il discorso celebrativo ufficiale sarà tenuto dall’onorevole Federico Fornaro.

In caso di maltempo il corteo, al termine della messa, avrà luogo per le vie del centro cittadino e il discorso celebrativo ufficiale si terrà nel Palazzo Municipale.

Nella stessa giornata, organizzata dal Comune e dal Comitato Unitario Antifascista, una delegazione deporrà corone di alloro al Monumento ai Caduti e al Sacrario del Cimitero Cattolico Urbano. Verranno deposte corone anche al Monumento ai Caduti e al Cippo dei Caduti del cimitero di Casale Popolo, al Monumento della Resistenza in Valle Cerrina.

Ancora, coccarde con il tricolore e i colori della città saranno collocate sulle lapidi in ricordo dei caduti casalesi nel comprensorio e a Valenza, Moncalvo e Felizzano.

Commenta il sindaco Titti Palazzetti: «Questo 25 aprile, a 70 anni dall’entrata in vigore della nostra Costituzione, ha un significato particolare perché ci ricorda una volta in più che la carta fondamentale della nostra democrazia è nata dalla Resistenza e della resistenza proclama come principi fondamentali di convivenza i valori essenziali: libertà, solidarietà, impegno e responsabilità di ogni cittadino per la difesa e la salvaguardia del bene comune».

Print Friendly, PDF & Email