Il ddl anticorruzione passa alla Camera: onesti per decreto

0
303

Gli eletti dal popolo; seduti alla Camera; erano esausti. Al voto il ddl anticorruzione. Legge scomoda; legge tristissima per una nazione che diventa onesta per decreto. Introdotti i nuovi reati di concussione per induzione; traffico illecito di influenze (non quella stagionale) e corruzione per l’esercizio della funzione. L’articolo più significativo dell’Italia che va; é l’art.10: incandidabilità per chi sia stato condannato a più di due anni con sentenza definitiva per reati di mafia o terrorismo. Meraviglia delle meraviglie; perché prima non era così? Tristezza profonda per una nazione patria e culla del diritto. Ciò non basta: non soltanto prima era possibile che un mafioso e un terrorista sedesse in Parlamento ma gli onorevoli signori hanno pensato bene di rendere l’art.10 effettivo soltanto dal 2013; cioè dopo le prossime elezioni; quindi se legislatura terrà; nel 2018. Mafiosi e terroristi; quindi; iniziate pure; o continuate; la vostra carriera politica.

Fausta Dal Monte

Print Friendly, PDF & Email