Il consigliere comunale, Franca Arcerito sulla questione dell’ospedale di Acqui

0
666

Riceviamo e pubblichiamo:

L’ulteriore declassamento dell’Ospedale di Acqui Terme che vede coinvolto il DEA ( che diverrà nuovamente semplice Pronto Soccorso) vede in questa scelta, presa dalla Giunta Chiamparino, una ulteriore beffa a danno del suo territorio e dei suoi abitanti,considerato che solo pochi mesi fa è stata tolta anche l’Ostetricia.
Considerato inoltre il vasto bacino di utenza si denota una mancanza da parte delle istituzioni Regionali di sensibilità verso i cittadini.
Come Consigliere Comunale della  Lista Civica” AcquInsieme” mi sono impegnata sempre al fine di garantire i servizi Ospedalieri al massimo dell’efficienza.
Mi auspico che i rappresentati locali del PD oggi in maggioranza in Regione possano interagire con l’Assessore Saitta per far sì che questo declassamento pilotato,che personalmente valuto non solo come danno sanitario ma anche socio-economico possa essere rivalutato nel suo complesso.
Diviene facile,sebbene credo sia inopportuno,accusare la Giunta precedente di Centro-Destra,questo è il momento della responsabilità e della fermezza non di futili polemiche.
Il nostro Sindaco Enrico Bertero,che sarà assente per motivi istituzionali al Consiglio Comunale aperto convocato per oggi,posso sostenere con fermezza che si è prodigato senza mai risparmiarsi per la Città di Acqui e del territorio tutto,non solo per una permanenza di tutte le strutture Ospedaliere presenti ma bensì per un loro potenziamento.
Dunque lo difendo come uomo e come Sindaco da sterili attacchi fini a sè stessi.

Capogruppo Lista AcquInsieme Franca Arcerito

Print Friendly, PDF & Email