Gli agrichef del Piemonte sono tornati in cucina per una due giorni di aggiornamento

0
683

E’ stata scelta la zona di Acqui Terme, provincia di Alessandria, per il corso di aggiornamento degli agrichef del Piemonte.

Le lezioni si sono svolte lunedì e martedì scorso all’agriturismo di Campagna Amica “Orto dei Nonni”, a Cavatore: presenti Diego Scaramuzza, primo agrichef d’Italia e presidente nazionale di Terranostra Campagna Amica, ed Elisabetta Montesissa, vice direttore Fondazione Campagna Amica.

Al centro della due giorni la cucina contadina di Campagna Amica, il food fotography con la foodblogger Germana Busca (Mammagy), il servizio web Piemonte dati turismo e tanti altri temi

“Dopo i due corsi dello scorso anno che hanno formato in totale circa 40 agrichef, quest’anno la progettualità è stata quella di fermarsi per due giorni per un aggiornamento congiunto che dia nuovi stimoli, consigli e linee guida per l’ospitalità”, ha affermato Stefania Grandinetti presidente degli Agriturismi di Campagna Amica del Piemonte e della provincia di Alessandria.

“Far crescere sempre la qualità nelle nostre strutture ricettive, che in Alessandria sono oltre 60 e circa 300 in Piemonte, è stato l’obiettivo di questo corso – ha affermato il  Presidente Coldiretti Alessandria Mauro Bianco -. La figura dell’agrichef  è espressione sia dell’impresa agricola sia del territorio e del suo cibo: un connubio che dà valore alle produzioni e al lavoro dei nostri imprenditori. Gli agriturismi sono un potente strumento di conoscenza, sempre più ricercati dai consumatori che vogliono vivere delle vere e proprie esperienze durante il loro soggiorno. Dal punto di vista economico, rappresentano sicuramente un volano per i nostri territori ed avere al loro interno delle figure preparate, come gli agricef, che sanno anche raccontare la storia ed il valore dei prodotti che portano in tavola non fa che aumentarne la richiesta”.

“L’obiettivo è promuovere attraverso la formazione la qualità dell’offerta dell’agriturismo, pilastro della multifunzionalità agricola, che rappresenta l’ambasciatore dei territori rurali legando cultura e sapori autentici. La scelta del luogo ultimamente avviene soprattutto attraverso internet utilizzando il sito www.terranostra.it, www.campagnamica.it – ha aggiunto il Direttore Coldiretti Alessandria Roberto Rampazzo – che offrono la possibilità di valutare sulla base della località, servizi offerti e costi e dove si possono trovare anche tutte le indicazioni necessarie per raggiungere la località di villeggiatura, dalla distanza che si deve affrontare per arrivare anche nelle mete più nascoste, ai tempi di percorrenza, alle indicazioni di dove è ubicata l’azienda e i servizi che offre, compresa l’ospitalità per gli animali”.

Ricordiamo che è disponibile anche l’App di Terranostra, scaricabile gratuitamente, che fornisce tutte le informazioni sull’agriturismo scelto.

Print Friendly, PDF & Email