La Fondazione ‘Pittatore’ premia i talenti nostrani

0
794

Hanno vinto in tre, tutti sotto i 25 anni, premiati con borse di studio. Ma si può dire “ha vinto il progetto”. La prima edizione dell’iniziativa “Potenzialità e Talento”, lanciata dalla Fondazione “Gianfranco Pittatore” di Alessandria in collaborazione con Fondazione CRAL (ente finanziatore), BPM e Deloitte & Touche, ha fatto centro. Il progetto infatti prevedeva il coinvolgimento di dieci imprese del territorio, a titolo gratuito, dando loro l’opportunità di ospitare neolaureati da inserire in settori specifici della struttura produttiva. I dieci giovani selezionati (su 80 candidati) da Deloitte & Touche Spa sono stati impegnati in tre macro settori di sviluppo: 1) economia e commercio con particolare riferimento al controllo del business; 2) ingegneria/informatica con particolare riferimento allo sviluppo di processi aziendali e piattaforme web; 3) tecnologie alimentari.
La Fondazione Pittatore ha sostenuto l’inserimento dei giovani attraverso una borsa di studio erogata a ogni singola impresa (600 euro mensili per sei mesi) oltre ai premi finali, assegnati ieri mattina durante un incontro di presentazione, al termine del quale parte del pubblico presente ha votato i tre progetti, già peraltro giudicati dalla Commissione valutativa.
Ha vinto Monica Pinardi (Bonino spa – Business plan per progetto di linee automatiche di assemblaggio capsule) cui è andato il premio da 2.500 €; al secondo posto Francesca Bacchini (Linclalor spa – ‘Bisbigli’ marketing project) che ha avuto 1.500 €; al terzo Alberto Arboit (Demo spa – Analisi degli ordini in fase di bollettazione e dei loro margini) gratificato con 1.000 €.
Ma c’è di più: i tre sono stati assunti con contratto a tempo indeterminato, così come quasi tutti i dieci finalisti. Infatti, degli altri sette, uno non ha terminato lo ‘stage’ e gli altri sei sono stati comunque assunti a tempo indeterminato, ma due di loro hanno rinunciato, preferendo proseguire il percorso formativo con i Master.

Oltre a Bonino spa (AL), Linclalor spa (Villanova M.to) e Demo spa (Casale M.to), queste sono le altre sette aziende coinvolte nel progetto: Emmebiesse spa (Casale M.to), Giraudi srl (Castellazzo B.da), Kimono spa (AL), Paglieri spa (AL), Raselli Franco spa (Valenza Po), Riccardi srl (Casale M.to), Zerbinati srl (Borgo S. Martino).

 

Print Friendly, PDF & Email