Domenica a Tortona una giornata dedicata al “buon cibo e alle cose buone” con Campagna Amica

0
470

L’inizio dell’estate è l’occasione giusta per festeggiare l’ottavo compleanno del mercato di Campagna Amica che ogni martedì mattina costituisce un appuntamento fisso nel centro di Tortona, in piazza Gavino Lugano.

E quest’anno si è pensato di fare di più, una giornata dedicata al buon cibo e alle cose buone con la possibilità di gustare piatti della tradizione preparati con i prodotti del territorio di Campagna Amica.    

Dalle 9 alle 16 non solo Agrimercato e degustazioni ma anche tanta buona musica con il maestro jazz Mario Zara.

Un mercato cresciuto nei numeri e nelle idee diventato un punto di riferimento per tutti i consumatori che hanno fatto del “km.0” una vera e propria cultura e uno stile di vita, un luogo dove è possibile trovare tutto ciò che occorre per una vera spesa di qualità e stagionalità, degustare e acquistare prodotti freschi, tipici e tradizionali provenienti da tutta la provincia alessandrina, in grado di offrire le migliori garanzie in termini di qualità, di sicurezza e di un legame stretto con il territorio e le tradizioni locali.

“Un appuntamento consolidato, entrato nelle abitudini dei cittadini dove l’attenzione ai prodotti locali è un riconoscimento all’impegno degli imprenditori italiani nel garantire la leadership qualitativa nella produzione agricola. – afferma il presidente della Coldiretti alessandrina Mauro Bianco – Non dobbiamo mai dimenticare che le produzioni italiane hanno il primato della sanità e della sicurezza alimentare, con un record del 99 per cento di campioni regolari di frutta, verdura, vino e olio, con residui chimici al di sotto dei limiti di legge”.

L’Agrimercato di Campagna Amica  di Tortona è reso possibile grazie al supporto dell’Amministrazione Comunale che ha concesso il patrocinio per questa iniziativa, con lo scopo di promuovere i prodotti locali, fornendo strumenti utili e pratici per favorire un acquisto critico e consapevole, favorendo un “ruolo attivo” del consumatore ed infine sviluppare una cultura alimentare che affonda le proprie radici nel territorio di appartenenza.

Domenica sarà un momento per fare la spesa, ma anche un’occasione di incontro e un’opportunità per vivere la città attraverso i ritmi rassicuranti della campagna.

Print Friendly, PDF & Email