Da Valenza, un omaggio alla “Divina” Maria Callas

0
697

Sarà la compagnia di danza valenzana, “Vietata Riproduzione“, ad offrire, oggi, sabato 11 aprile (ore 21), al Teatro Sociale di Valenza, il tributo al soprano greco e, in generale, all’arte che ha fatto grande l’Italia.
Nello spettacolo “I tesori di Maria Callas” le coreografie di Maurizio Guasco e Juan Gabriele Ledesma tesseranno un quadro della vita del soprano, cui le straordinarie doti di attrice, oltre all’indiscutibile talento canoro, valsero l’appellativo di “Divina”.
La compagnia propone un nuovo e originale modo di raccontarne il mito: un viaggio tra i ricordi suscitati dai gioielli di Maria Callas. Il soprano, in un ipotetico paradiso, beve champagne e rivive particolari momenti della sua vita, ricca di successi ma anche di sofferenze e momenti difficili. La collana di perle riporta al difficile rapporto con la madre, il ciondolo le ricorda il grande amore, il solitario simboleggia gli straordinari successi ma anche l’enorme solitudine. Uno spettacolo ricco di emozioni, in cui il corpo di ballo recita il ruolo che fu del coro nelle opere liriche, ovvero quello di sottolineare i concetti espressi da Maria, interpretandone i sentimenti.
La compagnia di danza “Vietata Riproduzione International” nasce a Valenza nel 1989 per volere del suo fondatore e attuale direttore artistico, il coreografo Maurizio Guasco: primo impegno è stato il concorso Internazionale di Vignale Danza. Da questa prima esperienza con Prisca Picano, sono nate partecipazioni a rassegne di danza quali Milano Oltre, Rovereto danza e al Teatro Comunale di Ferrara. Nel carnet di esperienze collaborazioni con personalità del mondo della danza quali Robert Kowich della compagnia di Merce Cunningham, Lindsay Kemp Company, con la Compagnia Joven Ballet del Pirineo. Vietata Riproduzione International ha forgiato quello che viene definito linguaggio corporeo e l’idea di realizzazione “fisica” dello spettacolo. Anche le collaborazioni con Gabriele Vacis per Cittadella di Luna e i consigli del regista Antonio Minelli hanno contribuito ad avvalorare il contenuto visivo e artistico. La partecipazione ai Giochi Mondiali per la Pace di Roma ha dato il via all’attuale formazione che valorizza la fisicità e l’inventiva alla base del loro progetto. L’esperienza di Vietata Riproduzione in campo promozionale, sviluppata attraverso molte convention per multinazionali e marchi prestigiosi, ha consentito di abbinare ai propri spettacoli alcune eccellenze del Made in Italy tra cui i “Gioielli di Valenza” e l’esclusività sartoriale della moda italiana.
Lo spettacolo rientra nella stagione APRE del Teatro Sociale di Valenza, firmata dal direttore artistico Roberto Tarasco e curata dalla CMC.
Biglietti intero euro 15; ridotto euro 10.
Sarà possibile acquistare i biglietti dalle 10 alle 13 di oggi e il giorno della replica dalle ore 20 a inizio spettacolo.

Print Friendly, PDF & Email