Coppa Piemonte Ciclismo: dal prossimo anno categorie uniformate in tutte le granfondo

0
588

L’adeguamento delle categorie è realtà. La Consulta Nazionale di ciclismo, organismo che unisce tutti gli enti che svolgono attività ciclistica, ha approvato una grande novità che interessa sia le gare in linea su strada, sia quelle di mountain bike e ovviamente anche il mondo delle granfondo e del circuito di Coppa Piemonte, uno dei più grandi e partecipati d’Italia.
Nell’incontro di Roma del 7 luglio si è deciso che dalla stagione agonistica 2016 tutte le categorie in gara verranno uniformate. Una volta per tutte dunque i granfondisti avranno un riferimento durante le competizioni. Granfondo FCI, ACSI, CSAIN, CSEN, UISP, Libertas e altri enti, saranno uguali, non ci saranno più differenze tra categorie, fasce d’età e di conseguenza metodologie diverse di premiazione.
Il nuovo regolamento prevede l’inserimento di 3 nuove categorie. Anche le gare del circuito di Coppa Piemonte avranno 3 premiazioni in più per la mediofondo e 3 per la granfondo, così come saranno inserite altrettante nuove maglie di leader.
Coppa Piemonte, già al lavoro per allestire un calendario ricco di gare con qualche novità, ha deciso di adeguare anche le classifiche del circuito per uniformare definitivamente il meccanismo. Dal comunicato 5 emesso dalla Consulta, sono emerse la nuova suddivisione delle categorie: Debuttanti (15/18 anni), Junior (19/29), Senior 1 (30/34), Senior 2 (35/39), Veterani 1 (40/44), Veterani 2 (45/49), Gentleman 1 (50/54), Gentleman 2 (55/59), Super Gentleman A (60/64), Super Gentleman B (65 e oltre), Donne Junior (15/18), Donne A (19/39) e Donne B (40 e oltre). È comunque data facoltà agli organizzatori di accorpare una o più categorie nell’ambito delle singole manifestazioni (Prima Fascia (15/44) e Seconda Fascia (45 ed oltre, più donne).
Grande soddisfazione da parte di Renato Angioi, responsabile del circuito piemontese e referente CSEN in Consulta: “Ho insistentemente riproposto questa modifica – dice -. Se ne era parlato già negli anni passati ma non era mai stata attuata. Finalmente siamo arrivati al dunque e dal prossimo anno le fasce d’età saranno uguali per tutti gli Enti. Dovrebbe così esserci meno confusione tra i concorrenti al termine di una manifestazione. È un modo che semplifica tutto e che è chiaro anche per i granfondisti che spesso si trovavano spaesati sui metodi usati per premiare una gara piuttosto che un’altra»

Print Friendly, PDF & Email