Coldiretti: nasce lo sportello dedicato alle collaboratrici domestiche

0
528

La presenza di colf e badanti è cresciuta in Italia del 43% in dieci anni.

Gli occupati del settore domestico sono passati da 1.084.000 del 2001 a 1.554.000 del 2010. Nello stesso periodo, le famiglie italiane, nel ruolo di datori di lavoro, sono cresciute del 27%, frenando la propria crescita proprio negli ultimi due anni e mezzo per gli effetti della crisi. La maggior parte di colf e badanti svolgono questo lavoro per 33 ore settimanali, quasi a tempo pieno, come prima e unica occupazione. Più della metà di essi lavora alle dipendenze di un unico datore di lavoro, mentre più varia è la distribuzione tra coloro che lavorano in più di una casa.

Dati che hanno portato Coldiretti Alessandria ad istituire un servizio colf e badanti per essere sempre più al passo con i tempi: un servizio che aiuta la famiglia (datore di lavoro) che intende instaurare un rapporto di lavoro domestico a tempo determinato o indeterminato, ad eseguire tutti i passaggi richiesti per una corretta assunzione.

Uno “sportello” che conosce molto bene le problematiche quotidiane, che si propone di svolgere gli adempimenti previsti dalla legge ed assistendole nelle controversie che possono sorgere durante e dopo il rapporto di lavoro domestico.

Le famiglie, infatti, devono essere consapevoli che il rapporto che andranno a instaurare tra loro e la collaboratrice è un vero e proprio contratto di carattere subordinato in cui la famiglia assume il ruolo di datore di lavoro e la badante o colf quello di lavoratore dipendente.

Questo significa che sorgono tra le parti automaticamente diritti e doveri tipici di qualsiasi rapporto di lavoro (obbligo allo svolgimento delle mansioni concordate, rispetto degli orari, diritto alla retribuzione pattuita, ferie, trattamento di fine rapporto, soprattutto obblighi contributivi e così via).

In caso poi di assistenti straniere va presa in considerazione anche la normativa in materia di immigrazione, ingresso e soggiorno dei cittadini stranieri e pertanto chi fornisce lavoro ad un cittadino straniero extracomunitario non in regola con il permesso di soggiorno è perseguibile penalmente.

Grazie a Coldiretti verrà prodotta una regolare e chiara lettera di assunzione (Contratto Individuale di Lavoro) indicando con esattezza e fedeltà:

  • le ore di lavoro reali;
  • la retribuzione conseguente;
  • il trattamento di eventuali ore di straordinario;
  • le giornate di ferie;
  • il riposo settimanale;
  • tutte le altre indicazioni previste dal contratto collettivo nazionale di lavoro sulla disciplina del rapporto di lavoro domestico.

 

Gli uffici Coldiretti si occuperanno di effettuare le denunce dell’avvenuta assunzione a tutti gli Enti indicati dalla normativa in vigore, sia si tratti di lavoratori comunitari che extra comunitari.
Oltre l’assistenza all’assunzione il nostro servizio comprende:

  • emissione del prospetto paga (13 mensilità);
  • calcolo dei contributi trimestrali
  • calcolo del TFR
  • gestione di ferie e malattie
  • certificazione dei redditi di fine anno

 

In questo modo il rapporto di lavoro sarà essere totalmente regolare e si eviteranno i rischi derivanti da contratti parzialmente regolari che pongono le famiglie ad un rischio vertenza, con esborso di somme anche rilevanti.

Sportello Colf e Badanti Coldiretti Alessandria: per rispettare le regole ed evitare cause di lavoro.

Print Friendly, PDF & Email