Cascina Saetta: un bene strappato alle mafie, oggi la presentazione

0
673

Oggi alle 18.00, Cascina Saetta, il bene situato in Frazione Donna a Bosco Marengo (la sua posizione su Google Maps: https://goo.gl/maps/7K3qmVDnArQ2), viene ufficialmente restituito ai cittadini dopo essere stato sottratto dalle grinfie della criminalità organizzata e dalla lenta distruzione dovuta a un abbandono che sembrava destinato a non finire.

La manifestazione che si terrà nella cascina confiscata alla mafia e intitolata alla memoria del giudice Antonino Saetta, ucciso insieme al figlio nel 1988, sarà parte dell’assemblea provinciale di Libera Alessandria e vedrà la partecipazione del presidente nazionale Don Luigi Ciotti, del referente regionale Maria Josè Fava e di quello provinciale Carlo Piccini.

A gestire il bene sarà l’Associazione Percival e il Comune di Bosco Marengo, che l’ha ottenuto dall’Agenzia Nazionale per i beni confiscati.

Print Friendly, PDF & Email