Brevi di cronaca

0
804

Evitata la tragedia in centro ad Alessandria grazie ai Carabinieri della Radiomobile e del personale del 118, i quali nella mattinata di ieri, giovedì 11 agosto, sono intervenuti per bloccare un tentativo di suicidio da parte di una giovane ragazza. L’allarme al 112 è scattato poco dopo le 9.00 quando alcuni passanti hanno notato una ragazza che tentava di gettarsi da una finestra in via Santa Caterina da Siena e veniva trattenuta a fatica da alcuni amici che erano con lei nell’appartamento. I Carabinieri della Radiomobile arrivati sul posto hanno immediatamente raggiunto l’abitazione della ragazza la quale, completamente alterata e in preda a una grave crisi psicomotoria, è stata subito fermata con la forza dai militari e tenuta lontana dalle finestre. All’arrivo del 118 la 14enne, figlia di cittadini stranieri, è stata sedata, immobilizzata e accompagnata presso l’ospedale infantile. Identificata la ragazza e gli altri giovani presenti all’interno dell’abitazione, i militari hanno potuto ricostruire l’accaduto. I sei giovani si trovavano nell’appartamento della madre di un ragazzo del gruppo dopo aver trascorso la serata precedente insieme in giro per locali. Dopo qualche bicchiere di vodka di troppo la 14enne ha iniziato a litigare con un altro ragazzo del gruppo, con il quale aveva una relazione sentimentale. Scoperta l’intenzione del giovane di non voler più proseguire la relazione, la giovane, alterata dell’alcool e su tutte le furie, si è avvicinata alla finestra dichiarando la sua intenzione di volersi lanciare. In ospedale i medici hanno accertato che la minore aveva ingerito una elevata quantità di alcoolici, decidendo di trattenerla in prognosi riservata, ma non in pericolo di vita, per qualche giorno così da poter monitorare il suo stato fisico. Sono in corso gli accertamenti per verificare la situazione familiare della giovanissima ed eventuali responsabilità per quanto capitato.

Due denunce per guida in stato di ebrezza durante la scorsa notte. I Carabinieri della Stazione di Alessandria Principale hanno denunciato un cittadino italiano di 56 anni pluripregiudicato residente in provincia di Asti. L’uomo è stato fermato alla guida della propria auto alle 22.30 circa ad Astuti sulla SP 10 poiché teneva una condotta di guida pericolosa per gli altri utenti della strada. Accertato dalle sue condizioni fisiche che il conducente aveva alzato il gomito, l’uomo è stato sottoposto al test dell’etilometro che evidenziava un valore di circa 1,90 g/l, ovvero quasi quattro volte il consentito. Denunciato all’Autorità Giudiziaria, la sua patente di guida è stata immediatamente ritirata e la sua auto sequestrata ai fini della confisca e affidata alla depositeria giudiziale. Stessa sorte per un cittadino italiano di 34 anni pluripregiudicato residente ad Alessandria, il quale è stato denunciato dai Carabinieri della Stazione di Solero dopo essere stato fermato alla guida della propria auto alle 03.00 circa del 12 agosto a Solero sulla SP 10 perché guidava a velocità elevata. Sottoposto al test dell’etilometro, evidenziava un valore di circa 1,20 g/l, ovvero oltre il doppio del consentito. Inoltre, i militari hanno accertato che l’uomo guidava senza patente, poiché non l’aveva mai conseguita. Denunciato all’Autorità Giudiziaria per guida in stato di ebbrezza, l’uomo è stato sanzionato amministrativamente per guida senza patente e l’auto, di proprietà di terza persona, affidata a persona in grado di guidare.

I Carabinieri della Stazione di Solero hanno denunciato per porto di oggetti atti ad offendere un cittadino polacco di 30 anni. L’uomo è stato denunciato in seguito ad un controllo, lungo la SP 10 nella zona industriale di Solero, del furgone con targa polacca sul quale era alla guida. In seguito ad atteggiamento sospetto l’uomo è stato sottoposto a perquisizione estesa anche al veicolo dove, sotto un sedile, è stato trovato un coltello di circa 30 centimetri di lunghezza, di cui l’uomo non sapeva giustificare il possesso. Il coltello è stato sequestrato e il 30enne denunciato all’Autorità Giudiziaria per il porto abusivo dell’arma.

F.R.

Print Friendly, PDF & Email