Terzo: i cittadini protestano per le battute di caccia

0
284

Una situazione davvero particolare e molto rischiosa a Terzo, paesino vicino ai confini di Acqui Terme.
A farla da padrona le battute di caccia, frequenti in questo territorio, soprattutto in regione Carrara Costa dove un gruppo di residenti lamenta il grande rischio quotidiano per la propria incolumità personale messa in pericolo dall’attività venatoria che si svolge da settembre ad aprile di ogni anno proprio in quell’area.
In realtà non sarebbe giusto fare “di tuta l’erba un fascio” ma da qualche tempo la situazione è davvero penosa.
Una lettera arrivata in redazione ad inizio febbraio racconta il vero stato d’animo.
“Noi abitanti della zona subiamo inermi l’invasione di cacciatori provenienti da diverse zone che parcheggiano automobili sui nostri terreni privati senza il nostro permesso, sostano lungo la carreggiata della nostra stretta strada ostacolando notevolmente la viabilità e mettendo in difficoltà ed in pericolo gli automobilisti, si appostano così vicino alle case da sentirne distintamente le voci, sparano a ripetizione anche ben oltre le ore del tramonto avvalendosi delle autorizzazione concesse dalla Provincia di Alessandria”.
Una situazione davvero intollerabile che richiede l’intervento della Provincia ed una maggiore regolamentazione da parte del Comune anche se lo stesso, poco potrebbe ben fare in questo caso.

 

Giampi Grey

Print Friendly, PDF & Email