Strappo politico per le partecipate

0
426

In risposta alla conferenza stampa tenuta dal sindaco Rita Rossa, durante la quale è stata presentata la nuova giunta, i “fuoriusciti” della Federazione della Sinistra hanno voluto incontrare i giornalisti, alla presenza di Stefano Barbieri (segretario regionale Pdc), Gianni Malfettani (segretario regionale Pdc), Simone Sombrero (segretario provinciale Prc), Ciro Costantino (consigliere di Fds) e l’ex assessore Giorgio Barberis, per spiegare le ragioni che li hanno portati a togliere l’appoggio a questa maggioranza.
“Ci siamo trovati in contraddizione con il resto della giunta – hanno spiegato, prendendo la parola a turno – in quanto questa ha tradito il programma elettorale. Pensavamo che un governo di centrosinistra potesse avere un’altra gestione della crisi, questa maggioranza invece la sta facendo pagare alle classi sociali più deboli. In merito a quanto sta accadendo alle partecipate comunali, la FdS guarda alla difesa del lavoro come cardine della propria politica, ma le nostre proposte sono state definite demagogiche e non sono state prese in considerazione dal sindaco Rita Rossa. Abbiamo chiesto mesi fa che venisse istituito un tavolo di crisi permanente, ma la cosa è stata ignorata e ora si vedono le conseguenze, inoltre è stata respinta la nostra proposta di una riduzione dell’orario di lavoro e di salario, a partire da quelli più alti. Rita Rossa è convinta che la cultura liberista possa risolvere la crisi economica, a livello cittadino e nazionale; a dimostrazione di ciò, all’interno della nuova giunta, sono state inserite persone distanti dalla nostra ideologia e vicine a istituzioni come la Confindustria. C’è stato un evidente cambio di rotta rispetto a quanto presentato ai cittadini durante la campagna elettorale, chi ha dato fiducia all’attuale maggioranza ora si sente tradito.
L’amministrazione ha in un primo momento ammesso che ci saranno esuberi del personale, se ora lo nega prende in giro i lavoratori. Se il sindaco dovesse riuscire a garantire effettivamente l’occupazione, saremo lieti di aver contribuito con la nostra fermezza al raggiungimento del risultato, intanto vogliamo continuare ad essere interlocutori della maggioranza, sperando di essere presi maggiormente in considerazione”.

Marcello Rossi

Print Friendly, PDF & Email