Serenitas per i disabili

0
929

Un servizio gratuito di trasporto nella provincia di Alessandria

Una onlus per i cittadini più vulnerabili delle nostre città

Tagliano le corse dei mezzi pubblici, sopprimono linee ferroviarie, ci si lamenta che la gente non si muove più da casa quindi ci ritroviamo con negozi vuoti e l’economia che precipita. Ma come fa un povero anziano a recarsi “in città” a fare acquisti se non ha la patente? Oppure, ancora più grave, a raggiungere una clinica o un ospedale? La nostra provincia è fatta di città più o meno grandi, ma anche di numerosissimi paesini sparsi a chilometri di distanza dai grandi centri urbani. C’è chi ha trovato una soluzione.
Ha sede ad Alessandria una onlus di carattere nazionale che ha il compito di promuovere l’assistenza, la cura e il trasporto delle persone che versano in condizioni di disagio, con lo scopo di migliorarne la qualità della vita. Si chiama Serenitas e, come dice il nome, cerca di portare serenità soprattutto alle persone anziane e ai disabili siano essi adulti o bambini. Questo progetto si chiama “Quattro ruote in serenità”. Basta una telefonata, fatta con qualche giorno di anticipo sulla prenotazione, o addirittura al momento della richiesta da parte del medico curante, per richiedere un trasporto gratuito presso la clinica, l’ospedale, la casa di riposo o il centro diagnostico in cui va effettuata la visita. È solo necessario provvedere a un tesseramento gratuito, risiedere in provincia di Alessandria e che anche il centro medico sia situato all’interno dei suddetti confini. Ma la onlus Serenitas non si ferma qui. Si impegna anche nell’organizzazione di iniziative di promozione sociale, al fine di tutelare gli interessi sia morali che materiali dei portatori di handicap. Collabora inoltre con le pubbliche amministrazioni in ordine alla prevenzione e all’assistenza sanitaria, nonché alla riqualificazione professionale.
Tutti i servizi offerti possono essere erogati grazie alla collaborazione di numerosi volontari che hanno l’unico scopo di diffondere i principi di solidarietà tra persone diverse. Questi sono principalmente anziani che accompagnano l’invalido nel centro richiesto e spesso non si limitano solo a questo, ma restano con lui fino al momento in cui può tornare a casa. Naturalmente, essendo una onlus, riesce a portare avanti questo servizio e finanziare ogni sua attività grazie alle donazioni che possono essere effettuate al momento del trasporto, oppure aderendo a diverse iniziative che vengono svolte in diversi periodi dell’anno.
Ecco un bell’esempio di vera solidarietà per la fascia più disagiata della popolazione che ha sempre più bisogno di aiuto e di comprensione.

Anna Barisone

Print Friendly, PDF & Email