Murales in stazione

0
682

“Auguri amore”. Inizia così la prima scritta che si legge sul muro della stazione a cura di un anonimo writer, oggetto da tempo di murales e scritte di qualsiasi tipo.
In particolare, il sottopasso della ferrovia è divenuto ormai un luogo di condivisione d’informazioni dove il messaggio si trasforma in un post-it da trasmettere sui muri.
Una sorta di bacheca abusiva poiché è severamente vietato imbrattare spazi pubblici e privati.
E così, dopo una bella pulizia eseguita dal personale di Trenitalia avvenuta da poche settimane, le parole si ritornano copiose. Il bianco lascia spazio al nero, rosso, blu ed ai colori più disparati.
All’interno del sottopasso non esistono telecamere e l’orario di apertura va dalle 5 alle 22 ma non è escluso l’accesso anche nei momenti di chiusura vista la facilità con cui i “teppisti” possono scendere nel sottopasso della stazione passando dai binari. Ogni anno la stessa storia, si pulisce e si scrive, quasi come a dire che la stazione sia un porto di “messaggi”.

GG

Print Friendly, PDF & Email