Laboratorio Sociale addio

0
320

“Il Laboratorio Sociale di via Piave 65, un tempo caserma dei VVFF è stata liberata dall’abbandono e riconsegnata alla città il 25 aprile 2009, dopo mesi di lavori e ristrutturazioni da parte degli attivisti dei centri sociali e di alcuni movimenti della provincia di Alessandria. Attualmente il grande spazio è gestito insieme da una decina di movimenti e associazioni e da tanti singoli, vera ricchezza di questo percorso.” Questo è il sunto della presentazione del Laboratorio, stampata sui volantini informativi delle attività e reperibile in sede. Le attività svolte all’interno del Laboratorio sono molteplici: si va dalla scuola d’italiano per migranti allo sportello legale, passando per la rete sociale per la casa e la palestra affiliata UISP che fornisce servizi a prezzi popolari. Per assurdo nella struttura è stato allestito anche un teatro, l’ultimo rimasto in città, ed una scuola d’improvvisazione, percorso di studio non presente sul territorio. Un edificio riqualificato e strappato alla decadenza, che ora minaccia di essere sottratto alla sua vocazione sociale in nome di una speculazione edilizia ingiusta e immotivata: la Provincia infatti intende riappropriarsi dello stesso suolo abbandonato anni fa, per poi cederlo a terzi. La struttura arriva dove lo Stato non arriva, ma per le istituzioni non c’è spazio per il sociale, contano solo gli introiti derivanti dalla vendita del lotto e dalla probabile edificazione dell’ennesimo centro commerciale.

 

Print Friendly, PDF & Email