La sanità dà i numeri

0
672

Con la nuova Delibera Regionale sulla sanità (del 19 novembre 2014), relativa all’adeguamento della rete ospedaliera territoriale agli standard della legge 135/2012 e del Patto per la Salute 2014/2016, sono stati ridefiniti i parametri delle strutture ospedaliere e dei posti letto disponibili in Piemonte.
sanitaLa classificazione delle strutture ospedaliere piemontesi sarà divisa in tre livelli a complessità crescente: presidi ospedalieri di base, con bacino di utenza compreso tra 80.000 e 150.000 abitanti, prevedendo il mantenimento di presidi con funzioni ridotte di pronto soccorso per zone particolarmente disagiate ovvero distanti più di 90 minuti dai centri hub o spoke di riferimento o 60 minuti dai presidi di pronto soccorso; presidi ospedalieri di I livello, con bacino di utenza compreso tra 150.000 e 300.000 abitanti; presidi ospedalieri di II livello, con bacino di utenza compreso tra 600.000 e 1.200.000 abitanti. L’individuazione della dotazione dei posti letto ospedalieri accreditati ed effettivamente a carico del Servizio sanitario regionale, è stata rivisitata ad un livello non superiore a 3,7 posti letto per mille abitanti, comprensivi di 0,7 posti letto per mille abitanti per la riabilitazione e la lungodegenza post-acuzie, tenendo conto della mobilità sanitaria inter-regionale e definendone un parziale recupero nel periodo di vigenza del presente provvedimento stimato nella quota del 20%.

Giampi Grey

Print Friendly, PDF & Email