Intervista a Pier Luigi Arnera

0
689

Ci eravamo lasciati con l’ex sindaco Arnera con la promessa di una intervista dopo le elezioni comunali di Sezzadio del maggio scorso. All’epoca, il motore trainante di molti candidati era la difesa del paese dalla discarica, vero problema che ha coinvolto e coinvolge da anni tutta la comunità sezzadiese. Oggi vogliamo intervistare il neo consigliere comunale Pier Luigi Arnera.

Ex sindaco, ora è entrato, o meglio, rientrato in Comune con la qualifica di consigliere comunale di minoranza. Cosa ne pensa?
Tutto era previsto, oggi ci troviamo con un’amministrazione comunale che rappresenta un terzo dei cittadini sezzadiesi. I due terzi sono rappresentati dalle due minoranze di cui una da me rappresentata.

Scusi, era previsto che lei rientrasse in Consiglio o altro.
Era previsto un ritorno al Medioevo, ad una restaurazione del vecchio. Le amministrazioni di oggi hanno bisogno di forze vitali, in grado di programmare politiche sociali vere. Per questo servono sindaci combattenti, che rompano questo momento storico in cui è necessario svecchiare la politica.

Dove il Comune è tornato indietro “al Medioevo”?
Siamo tornati indietro nelle scuole, dove oggi i cittadini di questo paese sono costretti a pagare il dopo scuola per i propri figli. Il dopo scuola è importante per i genitori impegnati con il lavoro ed un tempo continuato a scuola rappresenta un momento di crescita. Ora tutto questo è a pagamento.

Questioni di priorità?
Sotto la mia amministrazione il servizio era gratuito poiché costava circa 3 mila euro, mentre ora questi soldi pare che vengano investiti nel rifacimento di alcune aiuole.

Quali sono le novità in paese, programmi futuri?
Ad oggi non ci sono novità. Le opere pubbliche che stanno per terminare sono frutto dei nostri vecchi progetti, come, ad esempio, il marciapiede in costruzione in buona parte della città finanziato grazie a contributi richiesti ai tempi della mia amministrazione. Ricordo solo il restauro della facciata del Comune tra il 2009 al 2013.

Da sindaco a consigliere di minoranza, si mormora sempre di lei in paese?
Un continuo chiacchiericcio in paese dice che il sindaco Arnera ha fatto debiti. Ci tengo a sottolineare che la circostanza è falsa ed è stata smentita dal commissario durante il bilancio di fine mandato. Anzi, avevo ridotto il costo del segretario comunale da 70 a 22 mila euro, ero intervenuto sulla riduzione dei costi della polizia municipale a seguito delle convenzione delle funzioni comunali. A tal proposito, voglio aggiungere che la parole dette in un recente articolo dall’attuale sindaco non corrispondono al vero, poiché ciò che è vero sono solo atti pubblici della mia precedente amministrazione.

Giampi Grey

Print Friendly, PDF & Email