Emergenza abitativa

0
441

La proroga degli sfratti fino a gennaio 2015 ha sedato gli animi

Liberata l’ex Caserma della Guardia di Finanza

Il tema dell’emergenza abitativa ad Alessandria ha preso il centro dell’attenzione in città nei mesi scorsi, grazie anche a clamorose iniziative di protesta. Per esempio, il primo maggio il Movimento per la Casa ha occupato l’ex sede della Banca d’Italia per richiedere alle autorità coinvolte di trovare una soluzione per 16 famiglie a rischio. In quell’occasione è stata concordata la richiesta di una moratoria degli sfratti per i morosi incolpevoli, da inviare alla Prefettura. Questa, però, si è dichiarata non in grado di emettere un provvedimento del genere. Non è stato possibile, quindi, fermare lo sfratto di una famiglia di 4 persone (2 bambini) in via Verneri ad Alessandria alla fine di maggio. La Rete per la Casa ha reagito occupando l’ex caserma della Guardia di Finanza in Via Verona, insieme ai nuclei familiari coinvolti. La struttura, abbandonata da diversi anni, è stata rimessa a posto e ha ospitato iniziative di solidarietà e sensibilizzazione alla questione. Il 20 maggio è stata proclamata la proroga degli sfratti a Spinetta Marengo fino all’8 gennaio 2015, in seguito all’accordo tra la Prefettura, il Comune e la Fondazione CRAL. Essa ha messo a disposizione 20000 euro a coprire le spese del provvedimento. Ottenuto questo risultato, che va a tutelare 12 delle famiglie interessate, la caserma è stata liberata dai suoi occupanti il 29 maggio.

Stefano Summa

Print Friendly, PDF & Email