Discarica: tutto da rifare

0
346

Presentato un nuovo progetto della ditta Riccoboni per il trattamento di 250.000 tonnellate l’anno

Il portavoce locale: “È impensabile un impianto nel territorio di Predosa”

Tutto da rifare per la nuova discarica di rifiuti a Sezzadio. Dopo le polemiche di numerosi sindaci della zona, le perplessità del Ministero, pareri fuorvianti di Regione e Provincia, la ditta Riccoboni ha presentato un nuovo progetto che prevede il trattamento di 250.000 tonnellate all’anno di rifiuti pericolosi e non pericolosi di cui 200.000 tonnellate di terreni contaminati, 20.000 tonnellate di fanghi e 30.000 tonnellate di acqua.
Si prevede la realizzazione di un impianto di vagliatura a secco, di un impianto di soil washing (per favorire il rilascio nell’acqua delle sostanze inquinanti, in genere idrocarburi e metalli pesanti), di un impianto di bioventing (che ha come controindicazione la dispersione aerea di particelle di inquinanti contenute nelle terre contaminate), di un impianto di inertizzazione e di un impianto di trattamento acque. Gli impianti saranno costituiti in gran parte da vasche interrate per lo stoccaggio delle acque sporche che rimangono dopo il trattamento di soil washing, la cui tenuta idraulica sarà di difficile controllo nel futuro, i quantitativi di acque di processo e di provenienza esterna che saranno trattate saranno pari a 780.000 tonnellate all’anno.
Inoltre sarà realizzato un pozzo per il prelievo stimato di 15.000 metri cubi di acqua all’anno. “La preoccupazione è che in futuro questo nuovo pozzo possa, in caso di dispersioni di acque inquinate, inquinare la falda acquifera che alimenta i pozzi AMAG di Predosa – sottolinea il portavoce locale Giudo Ghiazza – . È inconcepibile, oltre che assurdo, pensare di realizzare un impianto di trattamento di rifiuti pericolosi e non pericolosi sul territorio del Comune di Predosa dove esiste un campo pozzi che garantisce l’approvvigionamento idrico potabile sia per il Comune di Acqui Terme che per altri Comuni limitrofi”.

Giampi Grey

Print Friendly, PDF & Email