Chi rivaluta la zona stazione?

0
364

Lo stato dei tre edifici posti di fronte alla stazione ferroviaria di Alessandria, gli ex Piccadilly, Zerbino e Cangiassi, è rimasto precario per tanto, troppo tempo. Finalmente, il Comune ha deciso di tentare un loro recupero, inserendo i tre beni nell’elenco di quelli disponibili a chiunque voglia utilizzarli. Al termine di una gara a evidenza pubblica, sarà assegnato per ciascuno degli immobili il diritto di superficie, per una durata di trent’anni.
All’ente comunale rimarrà la loro nuda proprietà. Incasserà inoltre il prezzo del diritto ceduto (si parte da una base di 24.300€ per il Cangiassi, 138.000€ per lo Zerbino e 108.000€ per il Piccadilly) e un canone annuale (10.400€ per il Cangiassi, 17.900€ per lo Zerbino e 10.800€ per il Piccadilly). Le offerte dei privati interessati, da presentare entro il 15 gennaio, dovranno comprendere piani dettagliati sugli interventi migliorativi, sulla manutenzione e sul progetto della gestione.
Il Comune conta così di recuperare una zona poco apprezzata dai cittadini, a costo zero (anzi, guadagnando qualche soldo). Esso ha vietato esplicitamente lo stabilirsi di attività che abbiano a che fare con il gioco d’azzardo (slot machines, scommesse, ecc.). Tra le destinazioni d’uso indicate dall’ente, si annoverano servizi di ristorazione, vendita di beni alimentari, articoli sportivi, fiori e piante, giornali e prodotti del territorio.

S.S.

Print Friendly, PDF & Email