Burlesque, mon amour

0
634

Sweet Dolls, il 13 dicembre al Teatro Macallè, con musica, balli e cabaret

Nato con il vaudeville francese, il genere è sopravvissuto e si è trasformato

Il burlesque cambia la vita, a dirlo è colei che ha portato questo genere ad Alessandria: Cristiana De Giglio. Proviene dalla danza classica, poi il jazz e ora il burlesque, una vena artistica che le fa sperimentare generi diversi, firmando spettacoli e video.
Per sgombrare ogni dubbio e pregiudizio è bene sapere che il burlesque nasce con il teatro vaudeville francese e in Inghilterra con l’epoca vittoriana come burla, spettacolo caricaturale dell’aristocrazia. All’inizio del ‘900 si lega al charleston per poi vivere la decadenza con il proibizionismo. Il genere non muore mai e nei teatri di New York o Parigi resta una costante pur prendendo, nel tempo, filoni diversi: streap tease o new burlesque puro. Con Cristiana De Giglio, chiaramente, parliamo di burlesque puro. Ha seguito corsi a Milano con le vedette di questo genere a livello nazionale ed internazionale, ad Alessandria insegna il burlesque presso la palestra Aequilibrum: i corsi sono aperti a tutte le donne che si vogliono divertire e riscoprire la loro femminilità. Insieme ad alcune amiche ha creato il gruppo delle Sweet Dolls, e partecipando all’Italy Queen Burlesque Festival, le nostre artiste alessandrine si sono aggiudicate il primo posto come gruppo.
Il video presentato pochi giorni fa, da Cristiana De Giglio, porta alla ribalta un’Alessandria affascinante: infatti, “I Charleston Alessandria” è divertente, girato per le piazze e le strade con coreografie retrò e musica dei primi del ‘900. Un bel’happening artistico urbano!
Il prossimo appuntamento con le Sweet Dolls è il 13 dicembre al teatro Macallé con uno spettacolo di ballo, musica e cabaret, accompagnato da una band blues di Genova, i Bluesalicious. Uno spettacolo da non perdere che farà venire voglia di scoprire, a tutte le signore, l’ironia, l’autoironia, la grazia e la femminilità del burlesque.

Fausta Dal Monte

Print Friendly, PDF & Email