Addio ai monti

0
366

Una volta si chiamava Comunità montana Alta Valle Orba – Erro – Bormida di Spigno, meglio conosciuta come “Suol d’Aleramo”, e racchiudeva una quindicina di Comuni. Poi il nome si estese ad “Appennino aleramico obertengo”, con l’annessione di altrettanti comuni dell’ovadese e della val Lemme, e la Comunità per diversi anni è stata punto di riferimento per oltre 30 Comuni del basso Piemonte. Poi, con l’arrivo di una legge regionale, imposta peraltro dallo Stato, tutte le comunità montane del Piemonte hanno cessato le loro funzioni con il relativo e definitivo scioglimento previsto per la fine di questo mese.
comunit montanaE così, c’è chi guarda avanti con la costituzione di un nuovo ente denominato Unione montana composto da tredici Comuni: Spigno Monferrato, Pareto, Denice, Montechiaro d’Acqui, Cavatore, Morbello, Melazzo, Terzo, Bistagno, Ponti, Castelletto d’Erro e Ponzone. La sede sarà a Ponzone negli stessi uffici della precedente Comunità montana mentre la nomina del suo Presidente arriverà sono alla fine di marzo. “Abbiamo aderito nell’interesse del territorio mantenendo comunque la nostra identità di Comune virtuoso”, dice il Sindaco di Terzo Vittorio Grillo. Anche il Sindaco di Melazzo, Diego Vincenzo Caratti, pensa che l’adesione a questa nuova realtà sia una scelta dalla quale non ci si poteva sottrarre, ma occorre ora ripartire da zero, con una nuova struttura e nuove competenze che non faranno che rinforzare le sinergie tra i piccoli Comuni. Stessa sorte per un’altra Comunità, già esistente, quella collinare composta da cinque comuni che però si è trasformata, ora, in semplice Unione di Comuni con sede a Ricaldone, Comune che insieme a Cassine, Alice Bel Colle e Morsasco ha deciso di fare sinergia per le principali funzioni base tra cui servizi per la raccolta dei rifiuti, polizia municipale e manutenzione delle strade. “Una realtà che funziona bene” – commenta il Presidente Massimo Lovisolo che annuncia l’ingresso di due nuovi Comuni. Da qualche giorno diamo il benvenuto a Gamalero e Castel Rocchero.

 

Giampi Grey

Print Friendly, PDF & Email