Acqui “bucata”, troppe le strade principali del centro e della periferia più simili a una groviera piuttosto che a un manto asfaltato

0
287

Strade dissestate: se ne riparla in primavera.

I soldi ci sono ma pioggia, neve e gelo impediscono gli interventi che sarebbero dovuti essere stati eseguiti prima.

Una città un po’ troppo “bucata” direbbe un turista in arrivo con la propria auto. Durante la stagione invernale e l’arrivo di pioggia e neve il Comune è sempre alle prese con strade poco praticabili dal punto di vista della viabilità. Se l’anno scorso gli automobilisti dovevano fare i conti con i numerosi e grosse buche presenti nell’asfalto di via Dante, corso Cavour e corso Divisione quest’anno le sorprese sono arrivate anche in Corso Bagni, via Monte Verde, piazza della Caserma ed nel parcheggio di via Malacarne. A rovinare ancora di più le strade le ultime piogge che hanno peraltro causato qualche incidente nascondendo con l’acqua alcune buche profonde.

Fioccano le proteste anche tra i cittadini senza auto, costretti, in alcuni punti, a stare attenti a dove mettere i propri piedi. La situazione si fa più disastrosa con le buche poco profonde ma molto larghe in grado di contenere tanta acqua durante le piogge con il risultato di un bel bagno sui pedoni presenti lì vicino quando le auto ci passano sopra. “Cercheremo di ripristinare le strade con particolari problemi entro la prossima primavera” fanno sapere dall’ufficio tecnico della città. Ed in effetti dall’ente comunale arrivano notizie positive per gli automobilisti con il nuovo piano “riasfaltature” varato dalla Giunta nel mese scorso.

Un provvedimento che prevede lo stanziamento di 150 mila euro per la risistemazione delle strade della città. Si darà priorità alla vie, poi ai parcheggi, compreso quello di piazza Allende e di via Alfieri, dove il vecchio manto sarà sostituito con quello nuovo anche se ci si concentrerà solo in alcuni punti. L’intervento sarà eseguito solo a fine inverno quando le temperature saranno più miti e poi l’imminente arrivo di neve e gelo lo renderebbero un lavoro inutile ora. “Si lavorerà solo sulle emergenze – dichiara il sindaco Bertero – procedendo con una serie di interventi a spot grazie anche all’ausilio tecnico di nuovi 5 dipendenti temporanei.” Forse a pensarci prima…

 

Giampi  Grey

Print Friendly, PDF & Email