Aspal: i dipendenti sospendono la riunione del cda, ma la liquidazione sembra ormai inevitabile

0
432

Si è svolto ieri sera l’incontro tra i membri del cda Aspal, l’assessore alla sostenibilità economica Pietro Bianchi, chiamato a rappresentare anche Rita Rossa, ieri assente, e il prefetto Romilda Tafuri, per discutere riguardo l’ormai certa liquidazione della partecipata Aspal. L’incontro a porte chiuse però è durato solo pochi minuti. I lavoratori della partecipata infatti, accompagnati dai rappresentanti sindacali, hanno fatto irruzione nell’ufficio di via Guasco dove era in corso la riunione, chiedendo che questa venisse sospesa. Alla presenza dei lavoratori, la riunione è proseguita trasformandosi, di fatto, in un incontro a porte aperte. I dipendenti hanno quindi lanciato la loro richiesta, avanzata con tono di supplica: ‘vi prego, non mettete in liquidazione l’Aspal!’.
L’assessore Bianchi ha risposto però presentando i dati di un’azienda che ha perso tutto il suo capitale sociale, e che quindi è già in liquidazione. E’ da escludere anche una ricapitalizzazione della società, in quanto le norme sul dissesto lo impediscono.
I lavoratori hanno voluto quindi ricevere spiegazioni riguardo i 900 milioni di euro fatturati da Aspal durante il 2012, e dai quali sarebbe incominciata la perdita di capitale che ha condotto la società alla liquidazione.
L’ultima speranza passa per il prefetto Romilda Tafuri, anche se i dipendenti Aspal sono consapevoli che le probabilità di una soluzione positiva della vicenda sono ben poche.

Print Friendly, PDF & Email