Anche i dilettanti under23 in gara oggi al 1° Gran Premio Etico Monferrato- Langhe

0
395

La qualita’ tecnico-organizzativa del 1° Gran Premio Etico Monferrato-Langhe, Patrimoni dell’Umanita’ Unesco, ha ricevuto un nuovo riconoscimento con la partecipazione di due team dilettantistici – Garlaschese e Monviso Venezia – che martedi’ 2 giugno, alla partenza alle 14.00 da localita’ Pozzo Sant’Evasio di Casale Monferrato, schiereranno, lungo i 115 chilometri del tracciato, come consentono i regolamenti federali, i loro atleti appena approdati alla categoria Under23 che finora hanno raccolto coi piazzamenti meno di dieci punti perche’ impegnati negli studi e in fase di graduale maturazione agonistica.

Si apre cosi’ un’altra simpatica sfida nella competizione organizzata dall’Asd Ciclistica Rostese – su assist della Delegazione Regionale Piemonte Valle d’Aosta dell’Unione nazionale Veterani dello Sport – tra neodilettanti e i loro cuginetti juniores desiderosi di conquistare la maglia etica-antidoping nella classifica combinata articolata sui sei traguardi volanti, con relativo test a tutela della salute al traguardo eseguito dal laboratorio analisi dell’Asl di Alessandria diretto dalla dottoressa Luisa Camogliano, e il titolo di campione regionale 2015.

Menu’ per palati fini verso il traguardo di Grinzane Cavour che riscopre il ciclismo doc a 25 anni dalla partenza all’ombra del suo storico maniero della lunga cronometro verso Cuneo vinta dal compianto Luca Gelfi, una delle frazioni che cementarono il Giro d’Italia di Gianni Bugno, col campione monzese in maglia rosa dalla partenza di Bari alla conclusione di Milano.

Accanto all’arrivo, il villaggio commerciale con le aziende Ita-ca e Initaly a proporre i loro prodotti e servizi saranno valori aggiunti, unitamente alla mostra di pittura a tema sportivo ospitata nella palazzina comunale bianca – 10 metri prima della conclusione sul lato destro – trasformata dal sindaco Franco Sampo’ in un pratico quartiertappa.

Gran finale con le premiazioni sulla balconata del castello, con vista unica sui vigneti, a cui interverra’ il presidente del Coni Piemonte Gianfranco Porqueddu e in cui sara’ attribuito un riconoscimento allo studente vincitore del concorso sull’etica sportiva riservato alle scuole superiori di Alba.

Per il conquistatore della maglia etica ricco premio rappresentato dal quadro Ombra, dipinto di Donata Zambelli del valore di 1400 euro, offerto da Initaly.

Il centro stornico di Casale – dopo le operazioni preliminari e la presentazione delle squadre nel centralissimo Mercato Pavia di piazza Castello dalle 10 alle 13,30 – sara” invaso subito dopo dalla sfilata della carovana della gara che attraversera’ via Aurelio Saffi, via Roma, piazza Martiri della Liberta’, via Vincenzo Luparia e viale Ottavio Marchino prima di raggiungere il via ufficiale.

Il Gran Premio Etico, dedicato alla memoria del grande commissario tecnico azzurro Alfredo Martini e di Giulio Onesti, leader del Coni – che patrocina l’evento – dal 1946 al 1978, e’ stato promozionato come primo reale esempio di livello per valorizzare i neoterritori Unesco nel corso di una recente lezione all’universita’ di Alessandria tenuta da Massimo Carcione, funzionario provinciale referente per lo sviluppo di queste aree divenute dal 2014 Patrimonio dell’Umanita’.

Quargnento e Nizza Monferrato, comuni attraversati dalla gara, confermano il successo dell’evento avendo gia’ prenotato un traguardo maglia etica per l’edizione 2016.

Il percorso

Il GP Etico – percorso che si snoda tra le province di Alessandria. Asti e Cuneo – sara’ subito scoppiettante col primo traguardo a punti al termine della dura rampa che porta al Castello di Uviglie (km.8) nel territorio di Rosignano Monferrato (che ospita in biblioteca una rassegna fotografica dedicata agli sportivi locali). Poi rapida discesa e pianura rilassante fino a Mirabello Monferrato, dove al km. 22 e’ collocato. al culmine di uno strappo, il secondo sprint intermedio per ricordare Amleto Giarola, eclettico corridore professionista nativo del paesino attraversato, e Teresio e Riccardo Provera, due grandi appassionati locali.
Saliscendi costanti fino all’ingresso in territorio astigiano dove a Incisa Scapaccino, a meta’ gara, si lottera’ per sprintare nel borgo di origine di Giulio Onesti
Ancora un traguardo etico a Canelli (chilometro 75) e poi salita tosta verso i 480 metri del gran premio della montagna di Valdivilla (km. 86) egualmente valido per la rincorsa alla maglia etica. Per i piu’ combattivi di un gruppo frazionato, ultimo sprint a punti in corso Europa, nel cuore di Alba, collocato a cinque chilometri dalla linea d’arrivo, in ascesa, di Grinzane Cavour.

Le formazioni al via

A Garlaschese e Monviso Venezia si uniscono Fagnano Nuova, Tre Colli-Citta’ dei Campionissimi, Rostese, GB team Castanese, Ucab 1925 Biella, Vigor Piasco, Esperia Piasco, Bustese Olonia, La Bicicletteria Racing team e Gs Prealpino per un totale di 12 team e 110 iscritti provenienti da Piemonte: Lombardia e Liguria.

Print Friendly, PDF & Email