All’Asl tocca fare i conti con il piano di rientro della Regione

0
367

Alessandria – L’azienda sanitaria locale e i sindacati stanno tenendo in questi giorni incontri per capire come si strutturerà la gestione sanitaria in provincia. L’Asl provinciale deve infatti fare i conti con il piano di rientro; sottoscritto con la Regione. L’azienda ha ottenuto una riconferma delle risorse già assegnate per il 2009; ma ci saranno degli oneri aggiuntivi. Una situazione che di fatto riduce il denaro a disposizione. Le conseguenze saranno diverse; a cominciare dai risparmi dove possibile. L’azienda ha spiegato che i concorsi per nuovo personale; organizzati in questi giorni; dovranno ridurre il ricorso agli interinali; trasformandoli in personale dipendente. Chi lavora e si rivolgerà alla sanità; poi; dovrà tenere presente che la struttura dovrà essere usata con molta più attenzione e responsabilità. “L’azienda accelererà dei processi di integrazione tra gli ospedali del territorio – ha spiegato il direttore generale Gianpaolo Zanetta. Ma cercheremo di non produrre ripercussioni sul cittadino. Per quanto riguarda gli anziani cercheremo di mantenere tutti i servizi resi. Razionalizzeremo il personale. Stiamo facendo concorsi per superare l’attuale situazione che ha la presenza di personale interinale nelle nostre fila. Se queste persone diverranno dipendenti nostri noi risparmiamo”. Zanetta ha anche spiegato che oggi è mutato il concetto di welfare: “si deve cercare di mantenere la qualità; ma mantenere ben presente che le risorse non sono più quelle di un tempo. Anche chi si rivolge alla struttura pubblica deve essere utilizzata con molta attenzione. Se un soggetto ha già fatto una visita oculistica; se non ci sono peggioramenti; non è detto che debba fare una visita dopo 15 giorni. Bisogna comprendere che ogni spreco può danneggiare l’altro. Dobbiamo tagliare gli sprechi per garantire gli stessi servizi”.

Print Friendly, PDF & Email