Agriturismo o “furbate” ?

0
284

Abbiamo ricevuto una lettera di protesta da parte di un nostro lettore riguardo alla grande pubblicità di cui sono oggetto alcuni agriturismi della nostra zona. Grandi aspettative che; talvolta; non sono mantenute. Non sempre; infatti; la qualità del servizio che viene offerto corrisponde a quello che viene pubblicizzato. A volte mancano i più semplici elementi che permettano a una semplice struttura di campagna di ritenersi un vero e proprio agriturismo; con tutti i dovuti crismi. Parliamo della possibilità di fare lunghe passeggiate nella campagna incontaminata; recuperando il legame con la natura; oppure della presenza di animali; ovvero i maneggi; le stalle e non solamente le quattro galline canoniche che scorazzano libere per l’aia; tanto per fare colore. Ma non solo: un agriturismo che si rispetti deve avere arredamento in stile rustico; deve fornire un buon servizio di ristorazione e offrire tutte quelle prestazioni che vengono enfatizzate nei loro siti. Giriamo queste proteste alle autorità competenti: occorrerebbe trovare uno standard globale per far sì che non tutte le strutture di campagna; possano fregiarsi del titolo di “agriturismo”. Soprattutto; crediamo; per correttezza non solo d’informazione ma anche nei confronti di tutti coloro che; invece; fanno le cose perbene; seguendo buon senso e rispetto delle tradizioni.
Federico Cabella

Print Friendly, PDF & Email