Acqui Terme, Lucchini: «Le negligenze politiche vengono pagate dalla comunità a caro prezzo. I responsabili si facciano avanti»

0
350

Ripulite le scuole Saracco in via XX Settembre dal guano abbandonato nel sottotetto. L’Amministrazione comunale ha dato avvio a una grande operazione di smaltimento durante il periodo natalizio.

Il locale situato al terzo piano della scuola era interessato dalla presenza di guano, carcasse di piccioni e una colonia di volatili vivi. Tutti questi elementi avevano reso l’ambiente altamente degradato, nonché un probabile veicolo di malattie infettive con il rischio di diventare un serio problema igienico-sanitario. La quantità smaltita ha riguardato 14 tonnellate di rifiuti speciali con un costo complessivo di 19.247,94 €. I lavori sono stati svolti dalla Ditta RDT Snc di Mario Pisello e Borgatti Tiziana di Acqui Terme che, oltre alla pulizia e allo smaltimento, si è occupata di un intervento di disinfestazione per blatte e zecche.

L’operazione ha previsto la chiusura di tutti gli accessi dei volatili al locale con l’uso di schiuma poliuretanica, reti antivolatile e opere murarie; pulizia stoccaggio di tutto il guano presente sulla pavimentazione del sottotetto; rimozione e stoccaggio di tutte le carcasse di piccioni morti; trasporto del guano e delle carcasse di piccioni morti presso le discariche autorizzate, il tutto certificato da regolari e rispettivi codici CER. Inoltre, si è provveduto alla riparazione del portone in legno che dà accesso al locale sottotetto.

«Le negligenze politiche e amministrative vengono pagate dalla comunità a caro prezzo – dichiara il sindaco Lorenzo Lucchini –. L’operazione di smaltimento, essendo passato molto tempo, ha avuto costi maggiori, che potevano essere investiti per interventi culturali o per il turismo natalizio. Se tutto fosse stato fatto in regola e nei tempi giusti, oggi i cittadini avrebbero pagato molto meno. Abbiamo avuto in passato amministratori che hanno giocato a fare il sindaco o gli assessori sulla pelle dei cittadini acquesi e soprattutto dei nostri figli. Abbiamo avuto Amministrazioni che per anni hanno governato in maniera poco trasparente la città, nascondendo sotto il tappeto i problemi. Pur amministrando la città soltanto da pochi mesi, siamo infatti riusciti a scoprire tonnellate di guano nascosto in un sottotetto, che nell’arco di cinque anni la precedente amministrazione non aveva individuato, secondo le dichiarazioni dello stesso ex Sindaco Bertero. Forse sono io a essere troppo puntiglioso, ma in Italia sembra che ci siano molti amministratori che governano “a loro insaputa”. Per governare serve coraggio e vorrei che i responsabili politici si facessero avanti. Invece, i vecchi amministratori restano in silenzio o avanzano polemiche pretestuose».

«Dopo poco più di un mese dalla scoperta della grave situazione igienico-sanitaria in cui versava il sottotetto della scuola Saracco, abbiamo approfittato della chiusura delle scuole per le vacanze di Natale per intervenire – afferma l’Assessore all’Ambiente Maurizio Giannetto . Abbiamo portato a termine un lavoro ciclopico smaltendo 14 tonnellate di guano. L’impresa ha chiuso tutte le aperture che permettevano ai colombi di entrare e ha sterilizzato l’ambiente. Si è dovuta affrontare questa spesa con estrema urgenza, togliendo risorse a settori che hanno sofferto. Abbiamo dovuto scegliere tra un concerto di Capodanno o la messa in sicurezza delle scuole Saracco. Penso che la scelta sia stata quella giusta: ieri i nostri figli sono potuti entrare in una scuola totalmente ripulita. Gli uffici comunali si faranno garanti e controlleranno che non esistano in altre scuole di Acqui e dintorni situazioni di pericolo igienico sanitario simili alla Saracco. Abbiamo bonificato 120 mq. di tetto facendo quello che le amministrazioni precedenti non hanno fatto. Forse un cantante a Capodanno avrebbe portato maggiore consenso politico, ma penso che i cittadini sapranno valutare la nostra serietà amministrativa».

Print Friendly